59
Gentile Procuratore,

mi chiamo Alessandro e ho 50 anni, vivo in Brianza e ovviamente tifo Monza. Apprendo che Andrea Ranocchia si è accordato per sciogliere il suo contratto a causa di un grave infortunio e che abbandona definitivamente il calcio. Mi dispiace molto perché penso che Andrea avrebbe potuto dare un grande aiuto, per esperienza e classe, al reparto difensivo del Monza. Ho sempre apprezzato il suo stile in campo e fuori. Fatta questa premessa, volevo chiedere se tutti i calciatori avrebbero rinunciato così facilmente ai loro lauti stipendi qualora si fossero trovati nella stessa situazione di Andrea...La ringrazio


Gentile Alessandro,

sono perfettamente d'accordo con Lei: Ranocchia lascia il Monza con eleganza, rinunciando a percepire i futuri stipendi; non tutti i calciatori lo avrebbero fatto.

Detto questo, va comunque evidenziato che Andrea avrebbe potuto percepire i suoi stipendi sicuramente per i prossimi 6 mesi, superati i quali il Monza (come prevede l'Accordo Collettivo di serie A) avrebbe potuto "licenziare" il calciatore o ridurgli lo stipendio fino alla metà; cosa che probabilmente non sarebbe accaduta, ma che le norme avrebbe consentito.

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: in vista della sessione di mercato di gennaio, quasi ormai alle porte, come sopperire alla perdita di un difensore centrale di così grande esperienza? Che cose offre il mercato? Occorrerà ricorrere a un difensore straniero? 



Prosegui qui invece per partecipare ai corsi organizzati dall'Avvocato Cataliotticlicca per LA SCUOLA DEL CALCIO