Commenta per primo
Il nuovo presidente del Parma è l'americano ​Kyle Krause, il quinto statuintense a sbarcare in Serie A dopo Saputo, Elliot, Commisso e Friedkin. L'attuale patron dei gialloblù ha chiuso la trattativa in pochissimo tempo, praticamente venti giorni dopo il primo incontro tra Stickney e McManigal (due professionisti al servizio di Krause) con il gruppo Barilla, che deteneva la società. L'offerta vincolante venne firmata il 29 agosto, e il 18 settembre arrivò il closing. Investimento complessivo, 40 milioni più 110 di debiti.

Eppure, c'è stato un momento in cui Krause aveva pensato anche all'avversaria di questa sera, ossia la Sampdoria. Il retroscena, raccontato da Il Secolo XIX, risale alla scorsa estate, subito dopo Ferragosto. In quei giorni Krause, appassionato di calcio, aveva fatto un pensiero al club genovese. Si erano svolti addirittura un paio di contatti tra il commercialista di Ferrero, Vidal, e proprio Stickney in rappresentanza del miliardario americano.

Krause però ha subito intuito le difficoltà e le lungaggini di un eventuale trattativa con Ferrero, decidendo quindi di virare sul Parma. Gli emiliani hanno sofferto il cambio di proprietà e il poco tempo per il mercato quest'estate, ma ora la squadra è una delle più attive nella sessione invernale. Sono già arrivati Conti dal Milan e il greco Zagaritis, ma è probabile che nelle prossime settimane ci saranno nuovi innesti per D'Aversa, tornato tecnico gialloblù.