2
Dopo le scuse social di Roberto Pruzzo sono arrivate anche quelle pubbliche di Bruno Conti. L'ex bandiera della Roma si è scusato ai microfoni di Ansa per il dito medio mostrato davanti allo stemma del Liverpool ad Anfield:  "E' stato un momento di goliardia privato è stato reso pubblico senza che ne fossi a conoscenza, trasformandolo in un gesto inopportuno di cui sento il bisogno di scusarmi. Sono nel mondo del calcio da una vita, negli ultimi 25 anni ho provato a trasmettere i miei valori a tutti i ragazzi con i quali mi sono trovato a lavorare, a partire dal rispetto dell'avversario. Non offenderei mai alcun club, figuriamoci una società così gloriosa come il Liverpool. Il mio rispetto per un avversario che negli anni ho sempre affrontato con lealtà è fuori discussione".