52
A Milano, il ds della Roma, Walter Sabatini ha soprattutto mosso passi importanti per Bacca. I colloqui con l’entourage del colombiano sono iniziati sei mesi fa e proseguiti durante la stagione. Prima con l’agente Barila, poi con l’ex interista Cordoba, che ne detiene il mandato per l’Italia. La Roma ha l’ok del calciatore. L’Italia lo alletta e con il presidente del Siviglia c’è un tacito accordo per lasciarlo partire qualora arrivasse un’offerta ritenuta vantaggiosa per le casse andaluse. La clausola rescissoria non è, come inizialmente si pensava di 25 milioni, ma di 30.

PRIMA LE CESSIONI - Sabatini e Cordoba stanno studiando una strategia per limarla.
Bacca ha già rifiutato altre proposte, proprio perché è allettato da quella giallorossa che lo porterebbe a guadagnare il doppio di quanto percepisce attualmente in Spagna (1,5 milioni). La Roma è stata però chiara con il calciatore: è una trattativa che ha bisogno di tempo. Secondo quanto riporta Il Messaggero, il club infatti deve prima cedere qualche elemento (Gervinho all’Al Jazira, Doumbia al Beijing, Destro tra Fiorentina e Bologna) e poi potrà operare l’affondo decisivo. L’entourage del colombiano è disponibile ad attendere.