73
Quattro giorni di fuoco, telefonate e tentativi. Tiago Pinto ha poco tempo ma proverà a fare un regalo in leggero ritardo a Mourinho. L’apertura alla cessione di Diawara (cercato da Venezia, Samp, Cagliari, Galatasaray e due club francesi) ha riacceso diverse piste in entrata nel ruolo di regista. Prima ovviamente va trovato il giusto acquirente per il guineano che in queste ore vaglierà le offerte. La Roma è disposta a cederlo in prestito con riscatto fissato intorno agli 8 milioni (sulla cifra peserà l’eventualità dell’obbligo). Dopo Sergio Oliveira, quindi, a centrocampo potrebbe entrare un nuovo elemento.
NOMI - Si è proposto nei giorni scorsi Granit Xhaka, vecchio pallino di Mou e in rotta con l’ambiente Arsenal tanto da perdere la fascia da capitano. Col club londinese è stata chiusa da poco la trattativa per Maitland-Niles e si può lavorare per un prestito con obbligo di riscatto sui 22 milioni. Prima però l’Arsenal deve trovare un sostituto. Offerto Danilo Pereira, poco utilizzato dal Psg e portoghese che conosce bene Mourinho. Non guadagna una enormità (2 milioni) ma non sembra avere le caratteristiche giuste per il centrocampo della Roma visto che lo Special One cerca più un equilibratore. Lumicino di speranza acceso ancora per Ndombele che non trova l’accordo con lo stesso Psg (qualora dovesse trovarlo allora faciliterebbe la pista Danilo). Il francese del Tottenham è da tempo ai margini del progetto Conte e può arrivare anche in prestito a secco a patto che i giallorossi paghino buona parte del suo lauto stipendio. Kamara, infine, sembra ormai troppo vicino al Manchester United. E poi occhio al nome a sorpresa, in pieno stile Pinto.