Commenta per primo

Stasera Osvaldo sarà a Fiumicino e domani mattina farà le visite mediche. Manca l'annuncio, come quello per Kjaer, ma Luis Enrique può già contare sui due rinforzi. L'attaccante italo argentino e il difensore centrale danese sono da considerare due giocatori della nuova Roma. Il club giallorosso è d'accordo con l'Espanyol per il primo e con il Wolfsburg per il secondo. Due notizie positive e due meno: Casemiro rinnova con il San Paolo e la nuova proprietà sembra poco convinta ad accogliere la richiesta di Fenucci e Sabatini di potenziare in questa stagione gli investimenti che ha deciso di spalmare in tre anni. Niente extra budget per il mercato e piano confermato. Sarà insomma ufficializzata, come previsto, subito la punta e a seguire il difensore quando l'agente di Kjaer sistemerà gli ultimi dettagli dello stipendio del calciatore che dovrebbe sbarcare domani. La Roma spenderà per il danese due milioni per il prestito e ne pagherà poi altri sette e mezzo l'anno prossimo. Nessuna sorpresa, dunque. E' salito invece il prezzo di Osvaldo. L'Espanyol solo nel tardo pomeriggio ha detto sì, quando il comitato esecutivo giallorosso (Fiorentino, Cappelli, Fenucci e Baldissoni) ha risolto le ultime difficoltà: il club catalano è riuscito ad ottenere che il 5 per cento del contributo di valorizzazione, da pagare al Huracan, sia conteggiato extra dalla cifra inizialmente pattuita. Ai 16 milioni (13,5 più 2,5 di bonus) si devono quindi aggiungere altri 800mila da destinare alla società argentina che lanciò Osvaldo.

Sul centrocampista, invece, c'è ancora molto da lavorare per scegliere quello ideale per il 4-3-3 di Luis Enrique. Torna d'attualità Fernando, regista del Porto, mentre il diesse giallorosso scarta Fernandez del Velez che ha una clausola di 5 milioni di dollari. Il Milan sta trovando l'accordo con il Liverpool per Aquilani, ma la Roma ha provato a inserirsi: Alberto, avvicinato in passato anche da Guardiola, può giocare nei tre ruoli di centrocampo e anche da trequartista (vice Totti). Contattato ieri l'entourage del centrocampista che, parlando con De Rossi in Nazionale, aveva dato la disponibilità a tornare in giallorosso. La Roma, però, ha proposto un ingaggio di un milione e 800mila all'anno, la metà di quanto guadagna in Inghilterra in questa stagione. Ma sarebbe disposta a garantirgli un anno in più (sino al 2015). Il giocatore, però, non vuole tornare in Italia per la seconda stagione consecutiva in prestito. Il club inglese chiede 7 milioni e può scendere a 6. Il Milan ne verserà 7 se Aquilani giocherà 20 partite ufficiali tra campionato, Champions e Coppa Italia: prestito, dunque, con obbligo di riscatto e ingaggio migliore. 'Resto alla Roma'. Fa sapere, uscendo da Trigoria, Borriello. La Roma sta provando a piazzare l'attaccante in Inghilterra. Non convince l'offerta del Fulham, mentre è possibile il tentativo del Liverpool. Il Psg di Leonardo resta alla finestra.

(Il Messaggero)