Calciomercato.com

Roma, Dybala al bivio: resta solo con Mou. La clausola fa gola in Premier

Roma, Dybala al bivio: resta solo con Mou. La clausola fa gola in Premier

  • Francesco Balzani
Spiazza, ma fino a un certo punto. Perché le perplessità di Paulo Dybala su un futuro senza Champions e senza Mourinho a Trigoria le conoscevano tutti. Ieri l’argentino è uscito allo scoperto in conferenza stampa. D’altronde, da tempo la sua clausola rescissoria da 20 milioni (12 per l’estero) aleggia come uno spettro.La clausola è una questione tra i miei procuratori e la società — spiega —, ma non so cosa succederà a fine anno. E se non so cosa accadrà con me, figuriamoci con l’allenatore, dovete chiederglielo. Io vorrei essere allenato da lui, perché è uno dei migliori e mi piacerebbe vincere con lui, ma per adesso penso solo alla partita contro il Salisburgo. Spero che la Roma giochi in Champions il prossimo anno”. Due condizioni necessarie: Mou e la Champions. Sulla prima l’appello del tecnico ai Friedkin è chiaro con relativo rafforzamento della squadra, la seconda passa anche per i suoi piedi.

Roma, Dybala avvisa: 'Non so se resto, voglio essere allenato da Mourinho'

FUTURO - Possibile che la Joya romanisti duri un solo anno? Sì, anche perchè in questa stagione Dybala ha mostrato al mondo di essere molto più che una scommessa d’estate. In caso di addio di Mourinho, quindi, anche il suo futuro potrebbe essere scritto altrove. L’attuale clausola di Paulo parla chiaro:  viene eliminata in caso di rinnovo automatico che porterebbe lo stipendio da 4,5 a 6 milioni. Ma il rinnovo lo deve decidere soprattutto l’attaccante. Altrimenti la clausola resta ed è appetibile per tutti, soprattutto all’estero dove Manchester United e Newcastle già hanno mostrato i primi segnali. Un segnale chiaro ai Friedkin, unp spartiacque decisivo per la Roma che rischia di dire addio a Mourinho e Dybala perdendo gran parte del suo potenziale tecnico e d’immagine. La palla ora passa ai Friedkin.

Altre notizie