2
"Sono un po' stanco e sono contento di questo perché erano un po' di mesi che non sentivo questi bei dolori. Questo significa che sto ricominciando a fare quello che mi piace di più nella vita e che sta andando tutto per il verso giusto". Alessandro Florenzi, dal ritiro di Pinzolo, ha parlato davanti ai tifosi accorsi in piazza. "Quello da cui sono ripartito è stata la mia famiglia, i miei amici, mia moglie e mia figlia, sono le persone che mi hanno aiutato di più a passare questo periodo non felice, ma che mi ha fatto diventare ancora più uomo di quello che sono. A volte le ferite ti rendono veramente più forte. Ho conosciuto persone fantastiche che soffrono più di me e che vanno oltre tutto anche per i figli. Mi sento quindi un ragazzo fortunato. Il ruolo? Per me è importante giocare e aiutare la squadra, se il mister vorrà sarò a disposizione".