39
Inizio 2022 da incubo per la Roma, sconfitta da Milan e Juve nelle prime due partite dell'anno. Nella Capitale c'è anche chi sta spopolando, come Sick Luke. Il produttore discografico, che ha lanciato il fenomeno Dark Polo Gang, è in cima alle classifiche col suo album X2. Uscito venerdì scorso e composto da 17 tracce ricche di featuring, ben 33: Duke Montana (suo padre); Gazzelle e Tedua; Geolier ed Ernia; Ariete e Mecna; Tha Supreme e Sfera Ebbasta (che diventerà papà!); Franco126, Coez & Ketama126; Pyrex, Capo Plaza, Tedua e Shiva; Ghali e Tony Effe; Chiello e Madame; Taxi B e Pyrex; Leon Faun e Drast; Gaia e Carl Brave; Izi e Luchè; Cosmo e Pop X; Emis Killa e Side Baby; Psicologi e CoCo; Fabri Fibra e Jake La Furia. 

Quest'ultimo, nella canzone Faccio cose, cita due grandi ex calciatori: "Sono come Baggio, come Shevchenko".
Il quale, come Mourinho, non se la passa tanto bene in panchina. Anzi, rischia di essere esonerato dopo la sfida di giovedì sera in Coppa Italia a San Siro col "suo" Milan. 
Tra gli artisti presenti nelle collaborazioni non ci sono i rapper Nerone e Gemitaiz. Il primo (tifoso interista) ha preso in giro il secondo (tifoso romanista) per l'ultima sconfitta contro la Juventus, chiedendogli su Instagram se fosse lui l'autore di un messaggio scritto su un foglietto in cui un giovane tifoso giallorosso promette di non seguire più il calcio per la delusione. 

Sick Luke, nato 27 anni fa a Londra, è cresciuto tra Los Angeles e Roma: "Sono innamorato di questa città e non me ne vorrei mai andare, mi sento una specie di Francesco Totti". 
All'ex capitano giallorosso e al suo vice nel 2015 era stata intitolata una canzone dalla Dark Polo Gang, Totti e De Rossi: "Sulla trequarti Totti e De Rossi. A centrocampo Totti e De Rossi. Sputo sangue per la clique, Totti e De Rossi". 

A proposito del gruppo romano (venerdì 21 gennaio esce il nuovo album di Wayne Santana: "Succo di zenzero Vol.2") Sick Luke ricorda: "E' grazie alla Dark Polo Gang che ci sono i soldi per il rap italiano, prima non girava una lira. Se non fosse partito tutto questo, oggi saremmo molto più indietro rispetto all'estero. Abbiamo reso trendy Instagram, cominciando a spingere la nostra musica anche con i post, prima nessuno usava i social per fare promozione. Il calcio? Mi piace molto giocarlo anche alla PlayStation e simpatizzo per la Roma". 
"Da piccolo gli altri mi prendevano in giro perché non sapevo parlare bene in italiano. Ho imparato la lingua guardando in tv i Cavalieri dello Zodiaco, Dragon Ball e i Pokemon. Quando andavo al campetto dell'oratorio, nessuno mi voleva in squadra a calcetto e così giocavo da solo contro il muro con le cuffie. Poi sono entrato in contatto con altri coetanei che ascoltavano hip-hop, dai Club Dogo a Caparezza. Lì nel 2008 è arrivata la svolta e sono uscito dall'oratorio, la musica mi ha salvato dall'isolamento". 
Chi salverà questa Roma da un'altra anonima stagione da dimenticare? Basterà l'arrivo di Sergio Oliveira dal Porto? Mourinho e i tifosi giallorossi sperano di sì. 

Al Festival di Sanremo, al fianco di Amadeus, ci sarà una co-conduttrice diversa per ognuna delle cinque serate: Ornella Muti, Lorena Cesarini, Drusilla Foer, Maria Chiara Giannetta e Sabrina Ferilli. Orietta Berti sarà la maestra di cerimonie sulla nave da crociera sponsorizzata attraccata nelle acque di fronte a Sanremo. Dopo l'annuncio della presenza dei super-ospiti Checco Zalone e Cesare Cremonini, resta in dubbio quella di Fiorello. Invece non ci sarà di sicuro Lorenzo Jovanotti: "Sono l'autore della canzone di Morandi e me ne starò a casa, al massimo mi prendo un alberghetto a 30 chilometri da lì e ci vediamo con Gianni come clandestini all'alba". 

Intanto, mentre Papa Francesco (appassionato di musica classica) ha fatto una visita a sorpresa in un negozio di dischi, nella Capitale è arrivato Silvio Berlusconi in vista del vertice del centro-destra. Deluso da Giovanni Toti, l'ex numero 1 del Milan è pronto a far partire l'operazione "Scoiattolo". Di cosa si tratta? Della caccia uno a uno dei potenziali elettori in Parlamento per farlo diventare Presidente della Repubblica al posto di Sergio Mattarella. L'obiettivo è superare quota 505 (la maggioranza assoluta degli aventi diritto) dalla quarta votazione, visto che sembra impossibile raggiungere i due terzi richiesti nelle prime tre. La sua nuova mossa è minacciare di far cadere il Governo se venisse eletto Mario Draghi. Il Cavaliere sogna il Quirinale e di portare il suo Monza in Serie A.