632
Il gesto del telefono, il cartellino rosso, le frasi veementi pronunciate verso l'arbitro e i collaboratori che provano a calmarlo senza riuscirci. José Mourinho è di nuovo al centro delle polemiche e non solo perché la sua Roma proprio non riesce a svoltare e, addirittura, è costretta a salvarsi grazie alle giocate di due ragazzini della Primavera lanciati in prima squadra in piena emergenza, ma anche per l'ennesimo gesto che comporterà delle reazioni a livello federale.

"TI MANDA LA JUVE" - Secondo quanto riportato da La Stampa, la sanzione che potrebbe arrivare per Mourinho è di quelle pesanti perché dopo il rosso e il gesto del telefono, l'allenatore portoghese non si è trattenuto e dal campo al tunnel degli spogliatoi, sotto lo sguardo degli uomini della procura federale della Figc, ha calciato il pallone in tribuna con rabbia e all’arbitro, ha urlato queste frasi: “...ti hanno mandato apposta, ti ha mandato la Juve...”.

RISCHIA 3 GIORNATE, I FRIEDKIN PROVANO LA MEDIAZIONE - Una frase reiterata più volte che è stata messa a referto e che, quindi, rischia di costare all'allenatore portoghese due o tre giornate. La Roma dovrà affrontare Spezia, Atalanta (fondamentale per la corsa Champions) e Udinese prima del derby contro la Lazio. I Friedkin sanno dell'importanza dell'avere Mourinho in panchina in un momento così delicato e, secondo il Messaggero, proprio per questo a fine gara sono scesi negli spogliatoi per provare a scusarsi con i giudici federali e con Pairetto per cercare di alleggerire la sanzione. Basterà?