11
Maurizio Sarri, Maksimovic ma pure Luka Jovic. Nei colloqui tra il mega-agente Ramadani e Tiago Pinto si è parlato pure del futuro della punta serba già accostata alla Roma lo scorso settembre prima della virata su Borya Mayoral. Jovic, di proprietà del Real Madrid, aveva preferito declinare convinto di potersi giocare le sue chance con la maglia dei Blancos. Poi sono arrivate le panchine ed è passato a gennaio in prestito all'Eintracht Francoforte, da dove era arrivato nel 2019 per oltre 60 milioni di euro e con cui aveva segnato 39 gol in 86 partite. Dopo un buon avvio però il serbo è entrato in una nuova crisi che lo riporterà a Madrid a fine stagione. Appena tre le reti segnate in 11 partite e un digiuno dal gol che dura dal 23 gennaio scorso. 

FORMULA - A 23 anni deve trovare la piazza dove rilanciarsi e dopo il rifiuto della scorsa estate ora la Roma potrebbe fare al suo caso. Il Real è disposto a cederlo di nuovo in prestito con diritto di riscatto, ma è disposta anche ad accettare offerte per una cessione a titolo definitivo. La Roma d'altronde è a caccia del dopo Dzeko e sta studiando diversi profili under 25 tra cui pure quelli di Scamacca e Vlahovic. Il fatto che Ramadani sia pure l'agente di Sarri potrebbe non essere una semplice coincidenza.