Calciomercato.com

Roma, paradosso Mourinho: lavora anche sul mercato, ma è vicino all'addio. E spunta il nome del possibile successore

Roma, paradosso Mourinho: lavora anche sul mercato, ma è vicino all'addio. E spunta il nome del possibile successore

  • Daniele Longo
    Daniele Longo
  • 18
Josè Mourinho e la Roma, prove di addio. Lo Special one non ha ancora ricevuto alcun tipo di proposta dai Friedkin per estendere il contratto in scadenza nel prossimo giugno. La maledetta finale persa con il Siviglia alla Puskas Arena ha segnato il punto di rottura: da una parte la proprietà americana voleva già iniziare un ciclo con un nuovo allenatore, dall’altro il tecnico di Setubal si sentiva in debito con i suoi ragazzi e voleva riprovare a vincere l’Europa League. Certamente il brutto inizio di stagione dei giallorossi non ha aiutato a ricucire uno strappo ormai fin troppo evidente.

Ascolta "Roma, paradosso Mourinho: lavora anche sul mercato ma è vicino all’addio. E spunta il nome del possibile successore" su Spreaker.

PARADOSSO - Il carisma di Mourinho ha ancora un fascino particolare ed è proprio grazie a lui che il progetto giallorosso resta così credibile anche per dei top player come Dybala e Lukaku. Senza dimenticare i tanti giovani del settore giovanile valorizzati con quel coraggio che spesso manca ai suoi colleghi, Bove ne è l’esempio più chiaro. Josè ha un piede e mezzo fuori dalla Roma ma non smette di suggerire dove intervenire sul mercato e i profili adatti come il pupillo Dier. Il difensore inglese vorrebbe capire chi sarà l’allenatore della Roma nella prossima stagione prima di prendere una decisione sulla prossima avventura dopo tanti anni al Tottenham. 

FUTURO IN ARABIA - L’Arabia Saudita é sempre più intenzionata a fare follie per Mourinho. “Cerchiamo un altro effetto Ronaldo, ma lui è insostituibile. Spero che Mourinho possa avere un impatto altrettanto grande", ha detto Carlo Nohra, responsabile della Saudi Pro League in occasione del Festival di Trento. 
Dichiarazioni che sono un vero e proprio manifesto delle serie intenzioni e della convinzione di poter arrivare al traguardo. Il successore dello Special One sulla panchina della Roma può essere uno degli eroi del Triplete ovvero quel Thiago Motta che i Friedkin seguono e apprezzano dalla scorsa stagione. 

Altre notizie