Commenta per primo
Nervi tesi fra le panchine di Roma e Porto al minuto 66 della sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League. Protagonisti l'allenatore giallorosso Eusebio Di Francesco e quello dei lusitani, l'ex Lazio Sergio Conceicao. Il motivo? Il Porto chiedeva alla Roma di buttare fuori la palla per consentire l'uscita dal campo di Brahimi, rimasto infortunato, ma il club giallorosso ha continuato a giocare scatenando prima l'ira di Conceicao e poi la risposta piccata di Di Francesco.