Vincere per non dire addio alla Champions, vincere per non lasciare come unica italiana la Juventus, vincere per continuare a sognare. La Roma di Di Francesco ha un solo risultato utile questa sera, nel ritorno degli ottavi di finale contro lo Shakhtar Donetsk, visto il 2-1 ucraino dell'andata. "Un tempo non basterà per vincere la partita" le parole del tecnico giallorosso, che punterà sulla formazione tipo. 

ALISSON INSUPERABILE - Tra i pali ci sarà, ovviamente, Alisson, punto di forza della squadra romanista, che in Champions League, all'Olimpico, non ha ancora subito gol. Davanti a lui ci saranno Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov; a centrocampo spazio a Nainggolan, De Rossi (che venerdì sera ha trovato il primo gol stagionale) e Strootman; davanti Under, Dzeko e Perotti confermatissimi. 4-3-3 che può diventare 4-2-3-1, una Roma capace di cambiare e mutare per centrare i quarti di finale. 

ROMA-SHAKHTAR (ore 20.45 in diretta su Canale 5 e Premium Sport)

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Under, Dzeko, Perotti. 

SHAKHTAR (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra.