Commenta per primo

Lo spavento è passato. Ieri Maarten Stekelenburg si è presentato a Trigoria addirittura guidando l'automobile. Fatto abbastanza inconsueto per un atleta che solamente 36 ore prima aveva ricevuto un calcio in volto che lo aveva costretto a lasciare il campo e poi a trascorrere la nottata all'ospedale Niguarda di Milano. Fatto sta che l'ex portiere dell'Ajax sembra stare molto meglio. In questi giorni si sottoporrà a nuovi accertamenti: i risultati della prima Tac fatta a Milano hanno evidenziato un trauma cranico diretto e un altro cervicale indiretto.

Tra oggi e domani è prevista una visita da un neurochirurgo per stabilire terapia e tempi di recupero che non dovrebbero essere inferiori alle tre settimane, (forse) in tempo per giocare il derby. Dopo nemmeno due gare di campionato, la Roma si ritrova così a dover fare a meno del suo numero uno. Candidato a sostituirlo è Lobont. Sabato sera il romeno non ha sfigurato e appare in vantaggio rispetto a Curci. Sinora i due si sono alternati come vice di Stekelenburg: a Bratislava e contro il Cagliari si è seduto in panchina l'ex Samp, nel ritorno contro lo Slovan e contro l'Inter è toccato invece a Lobont. L'ultima parola, però, spetta a Luis Enrique.

(Il Messaggero)