37
L'ultima sconfitta in campionato contro il Napoli, l'ennesima occasione mancata di fare il definitivo salto di qualità in uno scontro diretto, ha addensato nuove e definitive nubi sul futuro romanista di Paulo Fonseca. Il contratto in scadenza a giugno non è mai stato oggetto di discussioni dal giorno dell'insediamento della famiglia Friedkin e i rumors sempre più insistenti su Sarri e Allegri sanno tanto di condanna emessa da tempo, ma tra gli indiscussi meriti dell'allenatore portoghese c'è quello di aver vinto una scommessa chiamata Gonzalo Villar. Un'intuizione da condividere con l'ex direttore sportivo Petrachi e che già oggi ripagherebbe dal punto di vista economico.

Anche in Spagna è stato seguito con grande interesse il percorso di crescita dell'ex pepita del settore giovanile del Valencia, esploso nell'esperienza con la maglia dell'Elche e protagonista da subito (con la '10' sulle spalle), all'esordio nell'Europeo di categoria, con la Spagna Under 21. In gol contro la Slovenia, ma soprattutto padrone di un centrocampo tenuto in piedi dalla sua capacità di proteggere il pallone e di effettuare spesso la giocata giusta. Nella sua grande annata in giallorosso, spiccano dati come il 90% di passaggi portati a termine (una media di 44 a partita) e percentuali altissime anche per quanto riguarda i dribbling riusciti, superiori o alla pari dei migliori interpreti del ruolo nei 5 principali campionati europei. Un mix tra Iniesta - uno degli idoli coi quali è cresciuto - e Busquets, finito quasi inevitabilmente nelle mire di alcuni top club della Liga.
 
LO VUOLE IL CHOLO - Dopo i rumors sul Barcellona, negli ultimi giorni è stato il turno dell'Atletico Madrid e di Diego Simeone, alla ricerca di un centrocampista centrale con le sue caratteristiche, un potenziale sostituto di un Saul Niguez tentato dalla corte del Bayern Monaco e più gradito rispetto a un Torreira nel quale il Cholo non ha mai creduto. I 4 milioni di euro investiti poco più di un anno fa sono giù un lontano ricordo, la sua valutazione si è notevolmente moltiplicata, ma le idee di Villar sono piuttosto chiare a breve scadenza: "La Roma è speciale, il mio futuro è qui", ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport. Si è preso la squadra giallorossa, è partito alla conquista della Spagna: Fonseca e Petrachi hanno vinto la scommessa.