Zdenek Zeman è pronto per la sfida contro il Pescara. Ecco le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia della partita contro gli abruzzesi: "Sono contento di tornare a Pescara anche se torno da nemico. Come verrò accolto? La gente di Pescara è attaccata alla squadra e la aiutano. Castan? Ha qualche problemino fisico ma il giocatore che sta al 100% non esiste. È comunque qualcosa di risolvibile. Romagnoli? Ragazzo giovane e che spero di poter utilizzare al più presto. Per domani non si sa. De Rossi? Come giocatore è stimato da tanti non solo da Ancelotti però sta alla Roma. Io con lui non ho avuto problemi poi se ho parlato con lui di questioni tattiche è vero ma lo fanno tutti gli allenatori. Ambiente di Pescara migliore rispetto a Roma? Io vi ripeto che l'ambiente dei tifosi romanisti è eccezionale poi bisogna avere anche dei rapporti giusti. Non sono contento dei risultati ma sono felice delle prestazioni. Tranne che con la Juve abbiamo sempre giocato meglio dell'avversario. Dobbiamo migliorare cercando di evitare gli errori individuali. Noi dobbiamo giocare il nostro campionato sapendo che possiamo lottare alla pari con tutti. Non esistono partite vinte o perse in partenza. Tachtsidis regista dopo la squalifica? Certo che può giocare in quel posto ma la formazione la farò domani. Per quanto riguarda il Pescara l'ambiente è un po' depresso, ma loro possono riprendersi perché le squadre sono tutte vicino. Bergodi? Ragazzo posato e serio. È uno che capisce di calcio, ma spero che il cambio di allenatore questa volta non funzionerà. I punti di forza del Pescara? Sono usciti tre giocatori importanti come Insigne, Immobile e Verratti ma ancora non hanno trovato la propria identità. Io sono preoccupato perché conosco la loro forza. Destro titolare? La formazione la faccio domani ma ci sono tante possibilità".