27
Alessio Romagnoli, difensore centrale del Milan, ha parlato dall'evento Levissima in zona Portello, a Milano, commentando il momento dei rossoneri di Mihajlovic: 

SUL RITORNO DA TITOLARE - "Non so, decide il mister. Mi sono ristabilito, sto bene e mi sono allenato"

SULLA SCONFITTA A SASSUOLO - "Abbiamo fatto una partita molto brutta, ora dobbiamo rialzarci e fare la nostra partita a Verona e vincere"

SUGLI OBIETTIVI - "Solo Europa dei piccoli? No, no, la Champions è un nostro obiettivo. Finchè siamo lì cerchiamo di arrivarci, poi non so, a meno che la Roma non ci stacchi troppo. Stiamo bene, per arrivare in Champions dobbiamo vincere tutte le partite"

SUL FUTURO DI MIHAJLOVIC - "Sono domande che vanno fatte a lui e alla società, posso dire che lui è stato molto fondamentale per me, sia al Milan che alla Samp, spero di continuare con lui. Mi allineo con il pensiero di Abbiati e con il suo pensiero, la pensiamo tutti come lui"

SU LUIZ ADRIANO - "Luiz è molto forte e fondamentale per noi, poi il mister deciderà chi fare giocare"

SU MEXES - "Fa piacere sia tornato, è un bravissimo ragazzo ed è fortissimo"

SUL MODULO - "Sappiamo fare sia 4-4-2 che 4-3-3, deciderà il mister"

SULL'ESPERIENZA AL MILAN - "Non ho sentito la pressione per i soldi spesi per me, so che c'è stato un grande sforzo del presidente Berlusconi e di Galliani per farmi arrivare qui. Sono stati bravi i compagni a farmi ambientare, piano piano sto cercando di dare il massimo"

SULL'EUROPEO - "Ci sperano tutti, poi non so il mister che scelte farà. Devo dare il massimo e far sì che mi convochi. Un messaggio per lui? Niente messaggi, solo dal campo"

SULLA SUA ESPLOSIONE - "E' un obiettivo che avevo, oltre a me stanno facendo bene anche altri tanti giovani"

SUL MILAN - "Spero di diventare una bandiera, il Milan è una grandissima società e spero di rimanere più a lungo possibile"

SU BALOTELLI - "Per noi non è un problema, è molto forte e tutti vedono le sue qualità. Ha avuto un brutto infortunio e si sta riprendendo"