Commenta per primo

Udinese, Fiorentina, Juventus e Napoli. Quattro partite per sapere cos'è veramente questa Roma. Tutto di fila. Un esame lungo 23 giorni. A Natale sarà tempo di bilanci: si punterà semplicemente all'Europa League, oppure sarà lecito sognare fin da subito? Aggiudicarsi un posto in Champions, iniziare ad ottenere ricavi più ingenti e ridurre il tempo di realizzazione della meravigliosa idea di Sabatini e Baldini. Magari.

La mente da queste parti vola troppo facilmente. Certo, i giallorossi a partire da domani sera dovranno dimostrare quantomeno di aver capito gli errori commessi contro il Milan. La differenza all'Olimpico è stata abissale. Non sarà facile. Luis Enrique si presenterà a Udine privo di sei giocatori, cinque potenzialmente titolari.

Sarà, allora, interessante capire quanto il tecnico abbia insegnato ai propri uomini. Testare con mano le eventuali migliorie dell'ultimo mese. Perchè le vittorie contro Novara e Lecce hanno restituito la tranquillità. Il prossimo passo sarà la credibilità. Più complicato.