Davanti non c’è Dybala, entrato soltanto negli ultimi 12’. Dietro non ci sono né Bonucci, né Chiellini, ancora in infermeria. Ma per battere il Sassuolo basta e avanza il solito grande Ronaldo, che prima avvia l’azione dell’1-0 firmato da Khedira, poi segna di testa il gol del 2-0 e infine smarca l’ultimo entrato Emre Can che sigilla il netto e meritato 3-0. Così Ronaldo rimane più che mai capocannoniere con 18 gol, ma soprattutto la Juventus torna a più 11 sul Napoli, senza scordare il fatto che dopo aver incassato 7 gol nelle ultime 3 partite, Coppa Italia compresa, la porta bianconera rimane imbattuta, come non succedeva dall’identico 3-0 contro il Chievo. Il modo migliore per superare il primo momento difficile della stagione, a nove sere dalla sfida di Champions in casa dell’Atletico Madrid, perché la Juve stravince con pieno merito, concedendo al Sassuolo un’unica grande occasione sull’1-0 non sfruttata da Berardi.

DIFESA DI RISERVA - Senza la famosa BBC per la seconda partita consecutiva, visto che Barzagli, Bonucci e Chiellini sono sempre indisponibili, Allegri è costretto ad affidarsi ancora alla difesa d’emergenza con il neoacquisto Caceres al centro in coppia con Rugani, tra De Sciglio e Alex Sandro. E proprio Rugani commette l’unico errore della serata facendosi soffiare il pallone da Djuricic che vola indisturbato verso Szczesny e cade dopo il contrasto con il portiere in uscita. Mazzoleni, però, dopo aver visto le immagini su richiesta del Var, dice che è tutto regolare. Che non sia un buon avvio per la Juve lo si capisce anche dalla fatica che fanno Pjanic, Khedira e Matuidi per frenare la spinta dei loro dirimpettai Bourabia, Sensi e Locatelli. E così il tridente della Juve, con Bernardeschi, Ronaldo e Mandzukic, rimane senza rifornimenti per la gioia dei due centrali difensivi Peluso e Magnani, affiancati dall’ex Lirola e Rogerio. Si continuano a vedere, invece, i tre attaccanti del Sassuolo, Berardi, Babacar e Djuricic bravi a scambiarsi la posizione, favorendo così l’inserimento di Locatelli che al 15’ arriva in corsa e costringe Szczesny alla prima difficile deviazione.

K.O. DI KHEDIRA - Come spesso le accade però, la Juve prima soffre e poi segna. Stavolta il gol non è di Ronaldo, anche se è lui a propiziarlo perché il suo tiro viene respinto da Consigli, che però non può più ripetersi sulla conclusione in corsa di Khedira. E’ il 23’ e la rete del tedesco, che non segnava dalla prima giornata, quando fu proprio lui a realizzare il primo gol della Juventus in campionato contro il Chievo, sembra il colpo del k.o. per le speranze del Sassuolo. Improvvisamente, infatti, la squadra di De Zerbi smarrisce la sicurezza iniziale, schiacciata da una nuova e più aggressiva Juventus che nel finale del primo tempo sfiora due volte il 2-0, prima con Bernardeschi che trova sulla traiettoria Consigli e poi con Khedira che fallisce la deviazione di testa.

REGALO SZCZESNY - All’inizio della ripresa, però, con la Juventus sbilanciata in attacco, Szczesny sbaglia l’uscita fuori dall’area lasciando il pallone a Berardi che a porta vuota calibra male il tiro da trenta metri, sfiorando soltanto il palo. Poi c’è spazio anche per un invasore solitario che si avvicina a Ronaldo cercando invano di abbracciarlo, prima di essere bloccato dagli steward. Per fermare Ronaldo e compagni ci vuole altro, però, e allora De Zerbi cambia l’attacco inserendo prima Matri e poi Boga al posto di Djuricic e Babacar, mentre Allegri fa rifiatare Khedira, dolorante per una pallonata alla testa, rilanciando Bentancur. Cambiano le pedine da una parte e dall’altra, ma alla fine spunta sempre Ronaldo che al 70’ si avventa come un falco sull’angolo di Pjanic e di testa punisce l’uscita fuori tempo di Consigli, firmando il 2-0. E il resto è mancia, come gli ultimi minuti concessi a Dybala, entrato al posto di Bernardeschi. E come il gol in diagonale di Emre Can, entrato subito dopo al posto di Matuidi, smarcato dal solito Ronaldo. Troppa Juve per il tenero Sassuolo.





TABELLINO

Sassuolo-Juventus 0-3 (primo tempo 0-1)

Marcatori: 23' pt Khedira, 25' st Ronaldo, 40' st Emre Can   

Assist: 25' st Pjanic, 40' st Ronaldo

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Bourabia (34' st Magnanelli), Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar (14' st Boga), Djuricic (10' st Matri). All. De Zerbi

Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Caceres, Rugani, Alex Sandro; Khedira (21' st Bentancur), Pjanic, Matuidi (39' st Emre Can); Ronaldo, Mandzukic, Bernardeschi (36' st Dybala). All. Allegri

Arbitro: Sig. Mazzoleni

Ammoniti: 6 ' pt Pjanic (J), 27' pt Alex Sandro (J), 30' pt Magnani (S), 37' pt Bourabia (S), 45'+ 4'  st Lirola (S)