242
Dalle strisce orizzontali della seconda maglia del Portogallo a quelle verticali della prima della Juventus. Cristiano Ronaldo saluta gli Europei, da campione in carica diventa campione uscente, dopo averci provato in tutti i modi: su punizione, di testa, sollecitando e caricando i compagni, sin dalle ultime note dell'inno. Ma non c'è stato niente da fare, i campioni del 2016 sono andati a sbattere contro il Belgio del rivale Lukaku, andando così in vacanza anticipata. E se fa il calciatore, vacanza fa rima con mercato. 

THE DECISION - LeBron James, quando annunciò il suo passaggio ai Miami Heat, comunicò il tutto su ESPN, con la celeberrima The Decision; Ronaldo utilizzerà altri metodi, ma c'è la stessa trepidante attesa per  capire cosa ne sarà del capitano del Portogallo e 7 della Juventus, col club bianconero  che deve molto delle strategie da quello che sarà il destino dell'ex Real Madrid. In scadenza tra un anno, che ne sarà di CR7? E che ne sarà del mercato della Juve? 
LE POSSIBILITA' - Un po' di relax per staccare, poi il futuro per sbloccare. Jorge Mendes ha lavorato a fari spenti mentre il suo assistito regale si prendeva la luce dei riflettori di Euro2020, riallacciando i contatti con Paris Saint-Germain e Manchester United, i due club in Europa che per motivi differenti possono puntare sul 36enne di Madeira. Ma non alle condizioni economiche garantite ora dalla Juventus. E quindi bisogna attendere la decisione, The Decision. Non davanti alla tv, ma dietro le quinte. Una volta sciolto il nodo Ronaldo, potrà entrare nel vivo il mercato della Juve, dal rinnovo di Dybala alla scelta degli attaccanti. Perché c'è una Juve con Ronaldo e una Juve senza Ronaldo: la prima da puntellare, la seconda da rivoluzionare. Almeno nel reparto offensivo