215
Miretti è il volto dell'ultim'ora, il ragazzino schierato a sorpresa da Massimiliano Allegri contro il Venezia e che ha colpito tutti per qualità e personalità. Poi c'è Fagioli, protagonista nella Cremonese che si sta giocando la promozione in Serie A e pronto a misurarsi a un livello più alto la prossima stagione. Infine  arriverà Nicolò Rovella, che un anno e mezzo dopo il suo acquisto dal Genoa dal primo luglio diventerà a tutti gli effetti un nuovo giocatore della Juventus. E, nelle intenzioni sue e del club, non soltanto per un'estate.

LA GESTIONE - In queste settimane, dalle parti della Continassa stanno mettendo a punto il piano per la prossima stagione, con la lista dei nomi che - nelle idee del club - faranno parte della rosa dell'allenatore bianconero. Tra questi c'è anche quello del centrocampista classe 2001 di Segrate, che prima dell'infortunio che lo ha frenato nel girone di ritorno era sempre stato tra i migliori in campo dei rossoblù. La scelta della Juve, a oggi, è quella di tenere a Torino Rovella, che rispetto agli altri giovani centrocampisti bianconeri (alla lista iniziale va aggiunto anche Ranocchia, che rientrerà dal prestito al Vicenza) può già contare su quasi 50 presenze in Serie A e viene quindi considerato più pronto per essere fin da subito un valore aggiunto per i bianconeri. Miretti, Fagioli, Rovella e non solo: la Juve di domani sta nascendo...