81
Salernitana-Juventus 0-2

Salernitana

Belec 4,5
: sicuro in un paio di prese iniziali. Può poco sulla botta di Dybala, devia sul palo la punizione di Cuadrado sulla rete annullata. Sul gol di Morata l’area piccola è sua, ma resta inchiodato tra i pali e si fa passare la palla sotto le gambe. Nel finale nega la doppietta a Dybala che poi lo grazia dal dischetto.

Veseli 6: preciso e ordinato. Spinge poco e bada più a difendere. Decisivo un intercetto al 46’ su imbucata di Kean diretta a Bernardeshi. E’ incerto sul gol di Morata, doveva spazzare.

Gyombér 5: parte bene, è preciso nelle chiusure aeree. Soffre un po’ la mobilità di Kean, ma tiene bene. Perde Morata sul raddoppio. Sfiora il gol di testa nel finale. Macchia la prestazione col fallo da rigore su Morata nel recupero.

Gagliolo 5,5: tarda forse a chiudere sul tiro diretto all’angolino di Dybala. Pochi minuti dopo va bene in anticipo su Bernardeschi. Sbaglia qualcosa in impostazione, ma resta nella lotta.

Ranieri 6: si vede passare davanti Kulusevski sul gol, ma non lo segue. Sfortunato, il palo gli nega l’1-1. Lotta fino alla fine.

(dal 37’ st Jaroszynski sv)

Kechrida 4,5: va in difficoltà contro Pellegrini e Bernardeschi. Da un suo disimpegno errato nasce un affondo pericoloso di Pellegrini. Colantuono lo sposta mezzala al 35’, ma non fa molto meglio, e poi lo toglie ad inizio secondo tempo.

(dal 5’ st Schiavone 5: buca due volte il pallone in area piccola)

L. Coulibaly 5,5: ci mette al solito tanta corsa, spesso però sbaglia cose facili, tenendo troppo palla. Becca un tunnel da Pellegrini ad inizio azione del gol. Si muove tanto per cercare i compagni.

Capezzi 5: è molle su Dybala in occasione dello 0-1. Non giocava titolare dalla prima di campionato a Bologna e il ritardo di condizione (causa infortunio) si vede. Colantuono lo richiama ad inizio ripresa.

(dal 5’ st Di Tacchio 5,5: si impegna, ma il gap tecnico è evidente)

Zortea 6: non combina molto in fase offensiva, Cuadrado lo tiene basso. Colantuono gli chiede di difendere di più sul finale di tempo. Nella ripresa è più nel vivo del gioco, con qualche cross interessante.

Bonazzoli 5,5: il più vivace dell’attacco granata, prova spesso a cambiare lato. Aiuta anche in fase difensiva e guadagna qualche punizione. Brilla un tacco a liberare Lassana. Nella ripresa però si spegne.

(dal 36’ st Vergani sv)
Simy 5: squillo al 15’ con un colpo di testa ad anticipare De Ligt che finisce di poco a lato. Poi poco altro, è spesso in ritardo e non ne becca una di testa. Chiellini gli lascia le briciole.

(dal 19’ st Djuric 6: entra e prova a far salire la squadra, spizzando e tenendo palla)

All. Colantuono 5,5: si presenta con sei difensori in campo, pensa più a non prenderle e prova a ripartire. Cambia spesso modulo in corsa, ma non ha risultati. Rilancia Simy, ma il nigeriano non ricambia. La sua Salernitana non è cinica e commette i soliti errori difensivi che costano il risultato. La Juve sembra correre anche di più. Il pari del Cagliari a Verona lascia i granata fanalino di coda.

Juventus

Szczesny 6: a livello individuale lui è riuscito a uscire dalla tempesta, altra prova quantomeno sufficiente per il polacco.

Cuadrado 6,5: un palo su punizione, accompagna con qualità la manovra.

De Ligt 6: poco da fare questa sera, annulla comunque un esperto centravanti come Simy che in passato ha già saputo far male alla Juve.

Chiellini 6,5: trova la zampata vincente ma viene annullata per una spalla in fuorigioco di Kean, dà sicurezza alla squadra e quando serve non ha mai paura di spazzarla in tribuna.

Pellegrini 6: prova positiva per lui, sale con continuità in sovrapposizione. Cala alla distanza, viene sostituito (22' st Alex Sandro 6: contiene nel finale)

Bentancur 6: nella mediana a due si sente più a suo agio, si limita al compitino e stavolta va bene così.

Locatelli 6: non ci sono mai dubbi, lui gioca sempre, unico bianconero impegnato in ogni partita almeno per uno spezzone. Magari non incide, ma il suo lo fa sempre.

Kulusevski 6,5: in qualche modo lui e Dybala potevano giocare insieme, Allegri lo aveva detto. E loro si scambiano la posizione in questo 4-2-3-1, fraseggiando anche ottimamente come nell'occasione del gol (49' st Soulé sv).

Dybala 7: parte forte, trova il gol scacciacrisi e che vale tre punti. Gira che ti rigira, questa è la posizione in cui incide di più. Il rigore sbagliato allo scadere non toglie nulla almeno stavolta alla sua prestazione.

Bernardeschi 6: anche in una serata apparentemente tranquilla, anche in una posizione dove non ci sarebbe da inventarsi niente di strano, si limita al compitino. Fortunato quando il suo cross sbagliato diventa assist per Morata (26' st Rabiot 6: entro a partita chiusa)

Kean 6: in fuorigioco millimetrico vanificando il raddoppio di Chiellini, svaria su tutto il fronte d'attacco e crea quello scompiglio che avrebbe fatto comodo anche nelle scorse partite ma non riesce mai a trasformarlo in reale pericolo (22' st Morata 7: forse la panchina gli fa bene, entra e trova quello che proprio gli serviva, un gol sporco. Poi si guadagna pure il rigore)

All. Allegri 6: punta su Kean e Kulusevski, non sbaglia. Dybala in quella posizione fa la differenza.  Ritrova i gol della Joya e pure di Morata, decisivo partendo dalla panchina. Pochi uomini, cose semplici, una vittoria importante per ripartire.