Siamo entrati in un periodo cruciale per le squadre di calcio: maggio è il mese in cui si pianifica la stagione successiva, e la Sampdoria ha tre grandi temi da affrontare nell'immediato. Sino a poco tempo fa si pensava che la priorità di Corte Lambruschini fosse quella di definire il futuro societario, ma essendo arrivati ormai a maggio, è lecito pensare che la scaletta di situazioni da sbrogliare sia mutata drasticamente. Ad oggi infatti il primo appuntamento in agenda per il Doria è quello con il tecnico Marco Giampaolo, per capire se ci sono gli estremi per continuare insieme.

Risolta la questione allenatore, la Samp potrebbe procedere con le prime manovre di calciomercato. I tempi per la cessione infatti si sarebbero allungati: i contatti con Aquilor proseguono, ma secondo Il Secolo XIX a causa di alcuni rallentamenti nello scambio di documenti necessari per la stesura del preliminare d'acquisto, il cambio di proprietà potrebbe slittare di tre-quattro settimane, arrivando a luglio inoltrato. Il tutto mentre si attende il rilancio del gruppo Vialli, che comunque dovrebbe arrivare, anche se alcune fonti dubitano dell'effettiva forza della cordata.

La possibilità concreta quindi è che l'attuale dirigenza imposti la stagione 2019/2020, non cambiando nulla nel direttivo e agendo in libertà sul calciomercato prima di arrivare al closing. Oltretutto, con la possibilità di una piccola rivoluzione per quanto riguarda il gruppo di calciatori blucerchiati.