Calciomercato.com

Sampdoria, le pagelle di CM: Gabbiadini è (sempre) l'uomo derby, il solito grande Candreva ed ecco Caputo!

Sampdoria, le pagelle di CM: Gabbiadini è (sempre) l'uomo derby, il solito grande Candreva ed ecco Caputo!

  • Lorenzo Montaldo
Genoa-Sampdoria 1-3

Audero 6,5: per un’ora è inoperoso, non riesce a prendere la zuccata da due passi di Destro, ma la punta colpisce da un paio di metri. Bene su un paio di uscite alte.

Bereszynski 7: gioca una gran partita. Nel primo tempo, l’asse da quella parte con Candreva funziona in maniera splendida. Il polacco si sovrappone, crossa e raddoppia senza soluzione di continuità. Una sua chiusura in spaccata nel secondo tempo vale quanto un gol. 

(dal 23’ s.t. Dragusin 6,5: decisamente meno trazione offensiva di Bereszynski, ma entra quando il Doria deve contenere e ci riesce).

Yoshida 7: governa la difesa, oggi anche più di Colley. Si fa sentire alla grande nel cuore della retroguardia blucerchiata, importante averlo recuperato.

Colley 6,5: benone per gran parte della gara, anche se Destro gli salta in testa quando il Genoa trova l’1-3. L’errore è in concorso di colpa con Chabot e gli costa mezzo voto.

Augello 7: corre, spinge e pressa. Sradica ai rossoblù il possesso che porta al gol del raddoppio blucerchiato. Da quella parte il Doria non rischia mai.

Candreva 7,5: mette un cioccolatino in avvio sulla testa di Gabbiadini, è un’intesa che funziona e si vede. Alla fine del primo tempo innesca pure Caputo. Si sovrappone e chiama Sirigu alla parata quando il portiere del Genoa non trattiene lasciando il pallone al numero 10 blucerchiato. Prende pure un palo.

(dal 47’ s.t. Askildsen s.v.)

Thorsby 7: picchia, salta ovunque, corre per due e si becca pure un giallo. Pressa i rossoblù pure nel tunnel degli spogliatoio, e dà un grosso aiuto ai compagni. Esce dopo aver dato tutto.

(dal 31’ s.t. Chabot 6: Destro sguscia tra lui e Colley e trova con troppa facilità la zuccata dell’1-3.  Poi partecipa alla difesa del fortino).

Ekdal 7: è sempre piazzato bene, lotta e governa il centrocampo. Ci mette personalità e carisma, picchia quando deve e imposta se può.

Silva 7: sempre compassato, ma oggi mai lento. Anzi, se mai è lucido e garantisce ordine. Davvero brillante la finta di corpo che manda fuori equilibrio la difesa rossoblù liberando il mancino di Gabbiadini. 
 
Gabbiadini 8: sempre lui, l’uomo derby è sempre lui. Apre la stracittadina e conferma il momento d’oro. Ennesimo gol di quello che probabilmente ad oggi è il miglior giocatore tra i blucerchiati, si conferma a suo agio nella stracittadina come un leone nella savana. Splendida la torsione a battere Sirigu. L’azione del raddoppio nasce da un suo splendido strappo, poi firma pure lo 0-3. 

(dal 23’ s.t. Verre 6,5: D’Aversa lo inserisce per rimpolpare il centrocampo nel finale, va a fare da collante tra la mediana e l’attacco. 

Caputo 7,5: decisamente più vivace rispetto alle ultime prove, con Gabbiadini sembra trovarsi meglio rispetto al tandem con Quagliarella. Tanti buoni scambi in rapidità, primo squillo al 45’ ma sono solo le prove generali, è al posto giusto al momento giusto e raddoppia sotto la Sud.


All. D’Aversa 7,5: da quasi esonerato, da allenatore con la valigia, fa due cose non scontante. Parla bene alla vigilia, e compatta la squadra. Era l’unica strada da percorrere. I ragazzi lo seguono, e il risultato è un derby quasi sempre in controllo, di sacrificio, lucidità e qualità. Regala alla Sud una serata da ricordare nel momento forse più buio, e questa medaglia gli resterà a prescindere. 
 

Altre notizie