3
Avanti tutta su Antonio Marin. L’esterno offensivo della Dinamo Zagabria, nato nella capitale croata nel 2001, sembra essersi trasformato negli ultimi giorni nel principale obiettivo di mercato della Sampdoria, che per inciso aveva già seguito in passato il calciatore. Nelle scorse sessioni di mercato però i blucerchiati avevano sbattuto contro il muro della Dinamo, che non voleva perdere il giocatore. Ora invece la volontà della squadra proprietaria del cartellino sembra essere cambiata: c’è l’intenzione ad aprire al trasferimento, bisognerà vedere con quale formula.

Nei prossimi giorni, forse già tra oggi e domani, potrebbe tenersi un incontro tra dirigenza e intermediari per trovare la quadra. L’obiettivo della Samp è quello di proporre una formula conveniente per Corte Lambruschini, ad esempio un prestito con diritto di riscatto fissato però alla valutazione post Covid, quindi attorno ai 5-6 milioni e non agli 11 suggeriti a suo tempo dalla Dinamo. Il club di Zagabria dal canto suo potrebbe cercare di proporre una nuova formula,  magari un prestito oneroso o un obbligo di riscatto, alzando un po’ la valutazione del suo gioiello diciannovenne.
C'è una discriminante di cui tenere però conto, ossia il fattore tempo. A preoccupare gli uomini mercato doriani è infatti il possibile inserimento di altre società, dal momento che Marin è un calciatore che gode di parecchia visibilità e mercato. Per il momento l'interesse doriano sembra essere uno dei più concreti, ma il mercato insegna che il rischio di un blitz da parte di altre società è sempre dietro l'angolo. Per questo motivo la Samp ha fretta di chiudere, arrivando il prima possibile ad una fumata bianca con la Dinamo Zagabria.