Calciomercato.com

Sampdoria, Vieira a un bivio: se si opera stagione finita, altrimenti...

Sampdoria, Vieira a un bivio: se si opera stagione finita, altrimenti...

  • 1
L'ennesimo 'caso' sanitario esploso in casa Sampdoria è quello di Ronaldo Vieira, centrocampista inglese infortunatosi ad inizio dicembre durante la partita contro il Brescia, il 3 dicembre, anche se già nei due giorni precedenti alla gara aveva accusato qualche fastidio, dal momento che si era allenato a parte. Gli esami avevano evidenziato una lesione di secondo grado all'adduttore lungo, problema che ha tenuto l'ex Leeds lontano dai campi per oltre due mesi. Ad inizio settimana si era ipotizzato un suo rientro per sabato ma all'improvviso, mercoledì, ecco una nuova ricaduta

Vieira, mentre si allenava sul campo superiore con il preparatore Bulletti, pare aver sentito tirare il tendine destro. Ovviamente il calciatore si è fermato subito, sottoponendosi a varie visite specialistiche (di cui una a Milano) ed esami. A questo punto, il calciatore classe 1997 si trova davanti ad una doppia possibile scelta: operarsi, viste le complicazioni sorte, e considerare conclusa qui la sua stagione, oppure provare a proseguire con le terapie conservative. Secondo Il Secolo XIX, questa sarebbe la linea per cui starebbe spingendo la società visti i risultati degli esami. Ciò comporterebbe un'assenza dai campi di ancora almeno un mese. 

Stando al quotidiano, l'area performance e sanitaria starebbe pure rivalutando alcune terapie utilizzate in questi mesi su diversi blucerchiati durante le fasi di recupero, ad esempio proprio su Vieira. Sotto ai riflettori ci sarebbero l'Epi (elettrolisi percutanea intratessutale), una terapia considerata molto invasiva oltretutto applicabile solo da un medico e non da un fisioterapista, e il prp. Quest'ultimo è un trattamento di rigenerazione cellulare per una rigenerazione più rapida dei tessuti.

 

Commenti

(1)

Scrivi il tuo commento

Palmaior
Palmaior

Da noi chi si infortuna non rientra più. Sparisce. Campionato finito. Va bene, andiamo avanti cos...

Altre notizie