9
Dopo l'intervista di Maurizio Sarri al Mattino che ha svelato la sua verità sul controverso rapporto con De Laurentiis ed il termine della sua avventura al Napoli, in città sono state molte le voci di chi sostiene che il tecnico del Chelsea abbia mentito. Tra i tanti, Giuseppe Bruno, storico ristoratore napoletano, il primo ad esporsi pubblicamente sul desiderio di Sarri di andare in Inghilterra. "Io l'ho detto ma lo sapevano tutti. La società ha fatto bene a farmi la cazziata , dovetti fare una smentita ma alla fine parlano i fatti: Sarri è andato al Chelsea. A Sarri era stato chiesto di restare a Napoli, è un professionista del calcio ma dovrebbe fare un mea culpa. Lui non è voluto restare a Napèoli, aveva già deciso di andare al Chelsea ma non voleva passare come il colpevole della situazione e voleva dare tutti i torti a De Laurentiis. il presidente gli ha proposto più volte ma lui ha tentennato. A quel punto ADL è andato a prendere Ancelotti. Che colpa ha il presidente? Ha fatto una grandissima scelta, lasciamolo lavorare e faremo grandi cose. Solo con un grande allenatore il Napoli può vincere. Ho dovuto fare la smentita per il bene del Napoli ma io ero certo che Sarri sarebbe andata al Chelsea. Il Napoli ha invitato i giocatori a non venire a mangiare da me? Tutto falso, vengono anche i dirigenti ed il nuovo staff. Si stanno dicendo solo bugie su di me, il Napoli si sta comportando benissimo nei miei confronti. Io mi sento un uomo del Napoli, leggo sempre tutte le notizie, anche appena sveglio. Ero ragazzino quando ho vissuto Savoldi e tutti gli altri. Che fortuna avere De Laurentiis come presidente di questa squadra. Sarri come uomo non è stato sincero, perchè altrimenti avrebbe fatto una conferenza dicendo il motivo del suo addio, invece non ha avuto le palle di dire la verità!"