5
Alessio Dionisi ha raccolto un’eredità pesante, quella di Roberto De Zerbi, il quale, considerando chiuso il suo ciclo al Sassuolo, ha deciso di gettarsi in una nuova avventura, alla volta dello Shakhtar Donetsk. Dionisi è un tecnico giovane con un’idea di calcio spumeggiante, incentrata sul divertimento degli 11 in campo ma anche dei tifosi. La dirigenza neroverde l’ha scelto per continuare la linea di crescita intrapresa dal club con Di Francesco ed il mister bresciano. L’obiettivo è quello di restare nella parte medio-alta della classifica. 
 
LA CARRIERA -  Alessio Dionisi ha debuttato come allenatore nel 2014-15 in Serie D con l’Olginatese, poi è passato al Borgosesia ed al Fiorenzuola. In seguito, nel 2018, il trasferimento all’Imolese, ed il brillante traguardo raggiunto: i play-off di Serie C. Un ulteriore scalino, poi, quello fatto la stagione seguente al Venezia, in B. Nell’agosto dello scorso anno passa alla guida dell’Empoli, e con un progetto subito vincente porta gli azzurri in Serie A, percorso netto e festa grande nella città toscana. Poi il pressing dei neroverdi, e la volontà di Dionisi di sognare in grande in Emilia Romagna.
 
LA “RICOSTRUZIONE” DEI NEROVERDI -
Quest’anno con De Zerbi il Sassuolo ha raggiunto l’8° posto, riuscirà l’allenatore toscano a replicare? Di certo spera di non doversi privare dei suoi elementi migliori. Vorrebbe provare a ripartire da Domenico “Mimmo” Berardi, il quale sta facendo bene, ed è il titolare della Nazionale italiana agli Europei. Chi non avrà il piacere di allenare è Manuel Locatelli, fulcro del centrocampo neroverde dello scorso anno che ha attirato le attenzioni di diversi club italiani e non. In pole sembra esserci la Juventus, squadra che tifava da piccolo. Avere un mix di giovani promettenti, di “scommesse” da vincere e di colonne portanti, ormai affermate è la filosofia del club emiliano, che da qualche anno a questa parte sta sempre più mostrando un bel gioco all’Italia intera. Sicuramente Dionisi in attacco potrà contare su Ciccio Caputo, il quale ha rinnovato al termine della stagione fino al 2023. Inizia dunque a prendere forma il nuovo Sassuolo, con il mercato che di certo riserverà delle sorprese.