16
L’ultima è stata la stagione della consacrazione per Maxime Lopez, regista e uomo di qualità nella mediana del Sassuolo. A 24 anni però quella del francese è forse l’annata del grande salto in un club dalle ambizioni maggiori rispetto agli emiliani. E lo stesso Lopez ci sta pensando: “A Sassuolo sto molto bene ma mi chiedo se non sia giunto il momento di cambiare”, ha rivelato a Le Provence, quotidiano marsigliese.

RIFLESSIONI - Lopez era stato cercato da Roma, Fiorentina e Lazio ma non sono da escludere ora anche piste estere. Ai suoi concittadini, il centrocampista neroverde ha anche affermato che gli sarebbe piaciuto giocare in questo OM di Sampaoli. “Molti club hanno dimostrato interesse nei miei confronti e al Sassuolo fanno comodo le plusvalenze. Vedremo quel che arriva, anche se finora non c’è nulla di concreto. E quando ci sarà, mi darò il tempo per pensarci su. Non so se sia il momento giusto, vedremo”, ha aggiunto. Parole dunque che spaventano Dionisi che già deve fronteggiare le tante richieste per i suoi gioiellini, da Berardi a Raspadori, passando per Frattesi e Scamacca.
CONSIGLI - Proprio sul bomber azzurro, è intervenuto Maxime. “Ho sentito che su di lui c’è il Psg. Loro non mi fanno sognare, gli ho sconsigliato di andarci, da buon marsigliese… ” scherza il centrocampista che poi si fa serio. “Per un giocatore come lui sarebbe un sogno dividere l’attacco con Mbappé, Neymar e Messi. Credo ci stia pensando su, ma a gennaio mi aveva detto che preferiva restare in Italia. Andare a Parigi però sarebbe un sogno per lui, come per tutti”.