Calciomercato.com

Sassuolomania: Pinamonti, una tormentata inconsistenza

Sassuolomania: Pinamonti, una tormentata inconsistenza

  • Luca Bedogni
Non so più a quale campanello d’allarme aggrapparmi. La pochezza di Empoli-Sassuolo (1-0) si commenta da sola; hanno meritato loro, niente da dire. Questi cambi di gioco continui per sorvolare la densità centrale dei toscani si sono rivelati uno sterile stratagemma, che oltretutto ha tagliato fuori il nostro costruttore d’eccellenza Lopez, mai in partita. Se il regista è marcato dal trequarti (il truce Baldanzi…), allora palla sopra, questa l’idea rudimentale che i ragazzi seguivano senza spirito d’interpretazione, pedissequamente sbagliando. Quante volte la palla finiva a uno dei nostri terzini, che poi apriva le braccia e l’alzava alla spera in Pina? Fronteggiando il 4-3-1-2 di Zanetti i terzini neroverdi si ritrovavano liberi inizialmente, dopodiché la mezzala di parte dell’Empoli o l’attaccante usciva o scivolava di lato e la situazione presto si chiudeva. Non ho visto il coraggio di affrontare il problema con strumenti moderni, si sceglieva sempre la via più facile, la più scontata. Quella che tra l’altro metteva in luce impietosamente la tormentata inconsistenza di Pinamonti, proprio nel giorno del suo ritorno al Castellani.

L’ex meno motivato della storia. O il più irriconoscibile, se preferite. Non c’è un cross che faccia per lui (Alvarez che è un tappo, entra e per poco non segna ancora di testa…), non arriva quasi mai sulle palle alte incontro, non dialoga nello stretto coi compagni… solo qualche sparuta sponda. Insomma, uno strazio.

Altro che centravanti di prima o seconda fascia, qui Pinamonti rischia di finire tra le seconde linee. Non tanto oggi o domani, ma forse già a gennaio, quando il Sassuolo sarà costretto a guardarsi indietro per le prime valutazioni serie. Su di lui, ma anche su Dionisi, perché al di là delle paroline dolci e protettive il tecnico neroverde non lo sta di certo aiutando. Ed è sul campo che si aiuta davvero un giocatore.

Badate, forse Pinamonti si trasformerà in un buon cambio. Potrà svoltare da titolare, glielo auguro, oppure reinventarsi da seconda linea, non deve essere una tragedia questa prospettiva. Il problema, lo sappiamo, sono i 20 milioni, quel piacerino all’Inter… E pensare che qualcuno si scandalizzava per i prezzi fissati dal Sassuolo. Guardate Raspadori dov’è finito e cos’ha fatto in Champions.

Altre notizie