303
Sciopero a far male, in generale.

Sciopero generale, il colpo che nella sua storia il sindacato riserva per un governo considerato nemico, il gesto politico di massima ostilità. Lo hanno proclamato Cgil e Uil contro il governo Draghi. Sciopero anche al costo di rompere l'unità sindacale, la Cisl non ci sta, considerando questo uno sciopero testardo e ottuso. Sciopero a far male, male al governo per piegarlo. Di più contro un governo un sindacato non può, lo sciopero generale contiene in sé una esplicita sfiducia al governo e contempla anche l'obiettivo della caduta del governo. Sciopero a far male anche e soprattutto alla percezione e consapevolezza che il paese ha di se stesso e del momento che vive. Lo sciopero generale del 16 dicembre 2021 è uno sciopero manifesto sul quale si legge che Cgil e Uil intendono la ricostruzione dell'assetto socio-economico solo, sempre e ancora come redistribuzione. La scelta dello sciopero è quella del prima e solo l'interesse della categoria, della corporazione, della parte. Di fatto uno sciopero a far male all'interesse generale. Sciopero che nasce dall'idea immarcescibile e irriformabile che la Legge Bilancio sia una torta da spartire e dalla ferma volontà di averne la fetta più grande. Sciopero proclamato anche in omaggio all'idea narcisa di se stessi come potere da ultima parola. Con questo sciopero Cgil e Uil legittimamente parlano e agiscono a nome dei propri iscritti, ma mostrano che è millantato credito quando dicono di parlare e agire a nome dell'interesse generale.

Iva, nel tempo che leggete questa frase 4000 euro evasi (o forse più).

Quanto tempo per leggere la frase di cui sopra, un secondo? Nello stesso lasso di tempo nella Ue  evasi in media 4000 euro di Iva non pagata. Ogni secondo (secondo, non minuto) in Ue questa è la media dell'evasione della tassa. Fatta base 100, la tassa pagata è 78, 7, differenza tra dovuto e pagato pari a 21,3. In Romania è 34,9, Grecia 25,8. In testa alla classifica Iva non pagata in termini assoluti con 30,1 miliardi di evasione indovinate chi c'è? Indovinato.
La porta chiusa in faccia al virus.

Studio italiano ha detto che è possibile. Possibile ma tutt'altro che cosa fatta. Cosa? Chiudere la porta in faccia al virus, la porta che conduce alle cellule umane. Si chiama aptamero così un filamento di Dna, può in teoria e laboratorio blindare quella porta. E' la base, il primo passo per un futuribile farmaco. Ottima notizia.

Giuseppe Conte: vedi Calenda e lascia.

Enrico Letta aveva deciso il regalo di Natale per Giuseppe Conte: la candidatura nel Collegio elettorale di Roma 1, il più sicuro per la sinistra (si vota il 16 gennaio). Ma in quel Collegio quando si è votato per il sindaco, Calenda ha preso il 30 per cento dei voti e Calenda ha fatto sapere che se Conte si candidava lo faceva anche lui. Conte ha fatto i conti e ha deciso di non rischiare di aprire il pacco regalo, dentro potevano non esserci più per lui i voti Pd.