Commenta per primo

 

Torna il campionato dopo tre giorni di Coppe che non hanno portato ottimismo. Non siamo gli unici. Anche gli inglesi hanno grandi problemi. Mai visti così in difficoltà Chelsea e Arsenal, anche lo United, tanto per rimanere ai club storici. Il City completa e chiude la fila. Comincio a pensare che i debiti dei grandi club inglesi (4 miliardi, il 60% di tutto il debito europeo) pesino anche sul loro rendimento. Delude la Juve in Europa, ma non perde. E’ impressionante la sua storia di imbattibilità ma non è in sintonia con i risultati europei. Una serie così straordinaria in altre stagioni avrebbe giustificato risultati molto diversi, avrebbe legittimato una superiorità che in Italia è molto più che dimostrata. Non c’è mai stata tanta differenza tra il campionato italiano e l’Europa. Perchè ora sì? Forse la Juve è l’avanguardia di un calcio italiano abituato solo a se stesso. Forse c’è un cambio generazionale in atto in mezza Europa. O forse è solo questione di settimane e tutto tornerà come prima. Nel frattempo il dubbio che da noi si stia usando il superlativo per le cose semplicemente buone, anche questo esiste.