13
Dusan Vlahovic, attaccante della Serbia e della Juventus, ha parlato in conferenza stampa, cominciando con lo smentire le voci relative a presunti tradimenti di natura adulterina all'interno dello spogliatoio e un clima teso: secondo alcuni rumors, il numero 9 bianconero avrebbe una relazione con la moglie del secondo portiere Predrag Rajkovic.

“Prima di tutto, mi dispiace molto che dobbiamo iniziare la conferenza dei Mondiali in questo modo. Parlare di qualsiasi cosa è superfluo, ma devo parlare perché si tratta di me e del mio nome… quelle cose che tutti leggiamo, vediamo e sentiamo. Non c’è bisogno di commentare su questo, è una vera assurdità. Penso che le persone che sono ovviamente annoiate, non abbiano niente da fare nel loro tempo libero perché sono arrabbiate con qualcuno o frustrate e ovviamente lavorare contro gli interessi della nazionale è la loro occupazione principale al momento. Ma siamo più uniti che mai”
UNITI - “L’atmosfera non è mai stata migliore, nulla è cambiato nell’ultimo anno e mezzo. Quelle storie sono state raccontate al di fuori di noi, voglio solo proteggere il mio nome, la mia integrità e dire che mi difenderò legalmente se necessario. Non è la prima volta che succede, non ho mai fatto pubblicità perché non è nel mio stile, ma invece di sostenerci tutti prima di una partita così importante, abbiamo a che fare con cose che non c’entrano nulla. Questo è tutto da parte mia. Non li biasimo, queste sono persone i cui curriculum sono vuoti, non hanno ottenuto nulla, ma di certo non raccoglieranno punti col mio nome. Sono sempre stati piccoli, e lo dimostrano giorno per giorno”.

CONDIZIONI – “Siamo concentrati sul calcio, a venerdì con la Svizzera. Non ho giocato perché non ero abbastanza pronto, ma mi sento meglio e sono completamente concentrato sulla prossima partita”.