61
Il calcio italiano lavora ai fianchi il Governo per far riaprire gli stadi a metà ottobre. Lo scorso luglio la Lega Serie A ha commissionato un dossier sulle misure di contenimento del rischio epidemiologo. Un documento visionato dal quotidiano La Repubblica, che ne rivela le linee guida nell'edizione in edicola oggi. 

MASCHERINE TRASPARENTI - La novità più rilevante è che i tifosi dovranno indossare mascherine trasparenti, in modo da garantire il riconoscimento facciale da parte delle autorità. L'accesso agli impianti prevede cinque aree di posizionamento per scaglionare gli ingressi. Ogni spettatore dovrà avere uno spazio a disposizione di 2,25 metri quadri, per garantire il metro di distanziamento in ogni direzione. Poco cambia per la sanificazione degli spazi e la presenza di dispenser di liquido igienizzante, così come la rilevazione della temperatura corporea: nel caso superi i 37,5°, i lavoratori saranno accompagnati in un locale di isolamento temporaneo, il tifoso dovrà ritornare a casa. Nei punti di ristoro l'indice di affollamento viene ridotto al 50% e nelle toilette una colonnina segna-percorso regolerà la fila. L'obiettivo è raggiungere il 20% della capienza.