112
La Lazio non ritrova il successo, ma spezza la striscia di sconfitte dopo Milan e Galatasary: all'Olimpico finisce 2-2 contro il Cagliari, i biancocelesti senza Sarri in panchina (squalificato, al suo posto c'è Martusciello) si fanno rimontare e poi pareggiano grazie alla magia di Cataldi a poco più di 5' dalla fine. Primo punto alla guida dei sardi per Walter Mazzarri, subentrato a Leonardo Semplici.

LA PARTITA - La Lazio fatica a mettere in campo i dettami di Sarri e così la prima occasione arriva sui piedi dell'ex Keita Baldé, ben fermato da Lazzari. Prova a rispondere Luis Alberto, ma sono ancora i rossoblù a rendersi pericolosi con Joao Pedro e Nandez. Ma allo scadere del primo tempo, sono i biancocelesti a passare: cross di Milinkovic, Immobile anticipa tutti sul primo palo e incrocia bene di testa. Parte la ripresa però e il Cagliari pareggia subito: Marin inventa per Joao Pedro che di testa anticipa l'uscita di Reina per l'1-1. Al 58' Nandez trova il palo, ma passano pochi minuti e il Cagliari passa con l'ex di turno Keita Baldé, bravo a raccogliere l'assist di Joao Pedro e a infilare nell'angolo basso. La Lazio reagisce, va vicina al gol con Felipe Anderson e sbatte sulla traversa con Immobile. Serve l'episodio, che arriva all'83': il subentrato Cataldi raccoglie un pallone al limite e spara all'incrocio nonostante il muro di difensori davanti a lui, è 2-2. Il Cagliari chiude in dieci per l'espulsione di Zappa ma resiste: pari all'Olimpico contro la Lazio, inizia con un punto l'avventura sarda di Mazzarri.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'ANALISI E IL COMMENTO DI RENZO PARODI PER 100ESIMO MINUTO.