La 31esima giornata di Serie A si apre con l'anticipo di sabato, alle ore 18, tra Bologna e Atalanta: De Luca ed Estigarribia in quattro minuti nel primo tempo hanno liquidato i rossoblù, portando i bergamaschi nella storia della Serie A. Mai, in quasi 107 anni di vita, i i nerazzurri erano riusciti a centrare sei vittorie consecutive. Un'impresa firmata Percassi, Colantuono, Marino e da un gruppo che sta facendo impazzire Bergamo e i bergamaschi. Ora l'Europa League non è più soltanto un sogno. Situazione difficile per il Bologna, alla seconda sconfitta consecutiva e con la zona retrocessione vicinissima: ora la posizione del tecnico Ballardini è a rischio.
Dopo l'anticipo serale tra Milan e Chievo, la giornata prosegue con il lunch match domenicale tra Sassuolo e Roma con gli emiliani che sono alla ricerca disperata di punti, necessari per risollevarsi da una situazione critica che li vede relegati in penultima posizione: di fronte però ci sono gli uomini di Garcia che, galvanizzati dal successo ottenuto in extremis contro il Torino, vogliono chiudere il discorso secondo posto. Alle 15 si giocano 4 partite: la Lazio ospita il Parma, sconfitto dalla Juventus dopo ben 17 risultati utili consecutivi; la Sampdoria, a salvezza raggiunta, riceve la Fiorentina, delusa e amareggiata per il tonfo interno contro il Milan nel turno infrasettimanale. Torino-Cagliari e Verona-Genoa chiudono le gare della domenica pomeriggio: fondamentale la partita per i gialloblù allenati da Mandorlini che, contestati dai propri tifosi per le 4 sconfitte consecutive, vogliono dare prova di non aver mollato in questo finale di stagione. Il posticipo di domenica sera è il big match tra Napoli e Juventus che precede i due monday night: Udinese-Catania si gioca alle 19 con i siciliani arrivati all'ultima chiamata per potersi salvare; Livorno-Inter alle 21 chiude la 31esima giornata in una partita che vede, tra le fila dei toscani, numerosi ex nerazzurri (Benassi, Bardi, Mbaye e Duncan).