499
Il Napoli non sbaglia nel posticipo del quarto turno di Serie A e domina in casa dell'Udinese: 4-0 alla Dacia Arena per gli azzurri, quarta vittoria in altrettante giornate e primo posto solitario in classifica, con due punti di vantaggio su Inter e Milan. I partenopei si ritrovano in vetta solitaria per la prima volta da febbraio 2018. Frenano i friulani, alla prima sconfitta in questo campionato dopo i sette punti conquistati nei tre turni precedenti.

LA PARTITA - Spalletti lascia fuori Manolas e Zielinski e lancia Elmas dal 1', Gotti punta su Deulfeu e Pussetto. La prima occasione è per il Napoli con Insigne: tiro a giro dal limite, respinge bene Silvestri. Ospina mette i brividi con un controllo difettoso che quasi regala un'occasione a Deulofeu, ma al 24' gli azzurri passano: Insigne anticipa Silvestri e con un pallonetto lo beffa, sulla linea di porta tocco decisivo di Osimhen che evita il salvataggio in extremis di Samir e realizza il primo gol in questo campionato, terza rete in pochi giorni dopo la doppietta al Leicester in Europa League. Al 31' il Napoli sfiora il raddoppio con Fabian Ruiz che centra il palo, ma la gioia è solo rimandata perché al 35' il gol arriva: schema su azione, palla per Koulibaly che fa sponda per il 2-0 di Rrahmani con cui si va negli spogliatoi. Nella ripresa il copione non cambia, anzi, al 52' Koulibaly realizza con un bel destro per il 3-0 che chiude i giochi. Insigne cerca la gloria personale ma manda di poco fuori, Silvestri salva quello che può su Anguissa e Rrahmani. Spalletti cambia, inserisce Lozano e il messicano ripaga all'84': destro a giro sotto l'incrocio per il 4-0 finale, che permette al tecnico toscano di far debuttare anche il classe 2000 Alessandro Zanoli. Festa a Udine, il Napoli cala il poker e si prende la vetta della classifica.

DOPO LA PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI FRANCESCO MAROLDA.