Giornata di Serie C che si è rivelata probabilmente decisiva per quanto riguarda il Girone del Sud. La Juve Stabia, infatti, è incappata nella prima sconfitta stagionale sul campo del Catania, permettendo agli etnei di portarsi a -6 e riaprire definitivamente i giochi per la promozione diretta. Non approfitta dello stop della capolista il Trapani, strapazzato dalla Virtus Francavilla, che resta quindi a -2 dal primo posto. I campani, però, hanno perso quell'aura di invincibilità che li aveva accompagnati durante il corso di una stagione nella quale non avevano mai dato la sensazione di poter essere realmente attaccati. A pochi mesi dalla fine del campionato, però, la situazione si è ribaltata e la corsa alla vittoria è più aperta che mai, ironia della sorte proprio grazie al Catania, che fino ad un paio di settimane fa sembrava condannato a chiudere un'altra stagione fin troppo anonima. 

LA SPINTA DEL MASSIMINO - Decisiva per portare a casa la vittoria è stata la spinta del Massimino, tirato a lucido in occasione del big match di campionato. Per la sfida contro la Juve a Stabia, infatti, sono stati oltre 16mila i tifosi che si sono riversati allo stadio per spingere la squadra alla vittoria. Numeri che certificano l'amore di una piazza che non ha fatto mancare il proprio apporto alla squadra nemmeno negli anni più bui. Numeri che difficilmente si vedono in Serie C, ma non solo perché in A ed in B non è facile trovare prova di un amore così grande negli stadi di provincia. E il Catania, dopo una stagione altalenante, ha finalmente risposto presente, regalando una gioia straordinaria al proprio popolo e concedendosi la possibilità di sognare una rimonta da favola, che potrebbe culminare con una insperata ma davvero desiderata promozione diretta in Serie B.

GIRONE A - La Juventus U23 perde lo scontro diretto per la zona playoff con il Pontedera e scivola a -7 dal decimo posto. Risultato che somiglia molto ad una pietra tombale per le speranze di rimonta dei giovani bianconeri, costretti a restare fuori dalla zona playoff in una stagione che, a prescindere da questo risultato, non può essere considerata fallimentare. L'Alessandria blocca l'Entella sullo 0-0 e permette a Piacenza, Siena e Pro Vercelli di avvicinarsi al primo posto. Torna al successo anche la Carrarese, che abbatte l'Arezzo e lo agguanta a 50 punti in classifica, dove sono appaiate anche Pro Vercelli e Pisa.

Risultati: Alessandria-Entella 0-0; Carrarese-Arezzo 3-0; Novara-Cuneo 1-3; Olbia-Pisa 0-1; Pro Vercelli-Arzachena 4-0; Albissola-Gozzano 1-1; Siena-Lucchese 1-0; Piacenza-Pistoiese 1-0; Pontedera-Juventus U23 1-0

Classifica: Virtus Entella*** 57, Piacenza* 55, Robur Siena 52, Arezzo 50, Pro Vercelli** 50, Pisa 50, Carrarese 50, Pro Patria 46, Novara 42, Pontedera 39, Juventus U23 32, Alessandria* 32, Gozzano 32, Olbia 31, Pistoiese 30, Arzachena 24, Albissola 20, Cuneo 20, Lucchese** 17.

GIRONE B - Finisce in nulla di fatto il big match tra Pordenone e Monza, che si annullano a vicenda ed escono con un punto a testa dalla sfida. Ciò permette alla Triestina di accorciare sulla capolista e portarsi a -8 dai neroverdi. Lotta al primo poso che, comunque, appare virtualmente chiusa, con il Pordenone ancora in controllo della situazione.Torna al successo anche l'Imolese, che ha ragione della Ternana e si riporta a stretto contatto con le prime tre, approfittando del pareggio della Feralpisalò contro la Sambenedettese. Buon successo anche per il Ravenna, che vince il derby con il Rimini e agguanta il Monza a quota 48. Risultati: Renate-Albinoleffe 0-1; Pesaro-Sudtirol 0-1; Giana Erminio-Gubbio 4-0; Ternana-Imolese 0-3; Rimini-Ravenna 0-1; FeralpiSalò-Sambenedettese 1-1; Vicenza-Triestina 0-2; Teramo-Verona 1-2; Pordenone-Monza 1-1.

Classifica: Pordenone 62, Triestina 54, Feralpisalò 51, Imolese 50, Sudtirol 49, Ravenna 48, Monza 48, Fermana* 43, Vicenza 40, Sambenedettese 40, Vis Pesaro 35, Ternana 35, Teramo 34, Gubbio 34, Giana Erminio 33, Renate 32, Rimini 32, Albinoleffe 32, Virtus Verona 32, Fano* 29.

GIRONE C - Il trapani perde un'occasione colossale di guadagnare la testa della classifica. Nonostante la sconfitta della Juve Stabia sul campo del Catania, infatti, i siciliani sono usciti con le ossa rotte dalla trasferta contro la Virtus Francavilla, che ha avuto ragione della squadra seconda in classifica con un nettissimo 4-1. Corsa al primo posto che, quindi, resta apertissima, con la sconfitta della capolista che ha rinvigorito le avversarie, sempre più vicine ad una rimonta che sarebbe straordinaria. Continua a vincere anche la Viterbese, che con un pirotecnico 4-3 supera la Casertana e si porta a ridosso della zona playoff dopo un avvio di campionato che prometteva solo delusioni per la squadra laziale. In zona salvezza si rilancia il Rieti, che sconfigge a sorpresa il Catanzaro quarto e stacca il Siracusa agguantando a quota 28 il Bisceglie. 

Risultati: Rieti-Catanzaro 1-0; Catania-Juve Stabia 1-0; Sicula Leonzio-Monopoli 1-0; Cavese-Paganese 4-0; Bisceglie-Siracusa 0-0; Francavilla-Trapani 4-1; Casertana-Viterbese 3-4; Matera-Potenza 0-3 a tavolino, Vibonese-Rende 1-0.

Classifica: Juve Stabia* 63, Trapani 61, Catania* 57, Catanzaro** 51, Potenza** 42, Monopoli* 40, Casertana* 40, Monopoli* 40, Vibonese* 40, Virtus Francavilla** 40, Cavese** 39, Viterbese**** 39, Sicula Leonzio* 38, Vibonese 37, Rende 36, Reggina* 33, Rieti** 28, Bisceglie 28, Siracusa* 26, Paganese* 12, Matera escluso dal campionato.