28
E' uno dei giocatori sacrificabili nell'attuale progetto tecnico dell'Inter ed è una delle possibili chiavi di volta per movimentare il mercato nerazzurro a gennaio. Robin Gosens non può dirsi certo felice dell'impiego riservatogli da Simone Inzaghi in questa prima parte di stagione - appena 4 titolarità tra campionato e Champions League - perfettamente in linea con lo scarso protagonismo avuto nella seconda metà di quella scorsa. La definitiva esplosione di Dimarco ha finito per precludere pure la convocazione ai Mondiali con la Germania per l'ex atalantino, che si guarda comprensibilmente attorno in un periodo in cui i primi club hanno avviato i contatti preliminari col suo entourage.

LE PRETENDENTI - Bayer Leverkusen, Wolfsburg e Schalke 04 figurano in questa lista, ma nelle ultime ore per il portale Footmercato si è aggiunto pure il Nizza, alla ricerca di una soluzione per la fascia sinistra di alto profilo rispetto ai giovani Bard e Lotomba. L'Inter, che da diverse settimane ha puntato le proprie attenzioni su diversi profili capaci di destreggiarsi in quella zona del campo - dalle occasioni Pedraza, Bensebaini, passando per Robinson e Truffert - non si opporrebbe ad una cessione di Gosens, ma pone come condizione ineludibili il trasferimento a titolo definitivo. La prossima estate scatterebbe l'obbligo di riscatto dall'Atalanta per oltre 27 milioni di euro, una cifra che Marotta e Ausilio sarebbero ben lieti di risparmiare e reinvestire su altri giocatori e altre zone del campo da rinforzare.
LA PREFERENZA - Dal canto suo, il giocatore non esclude affatto l'ipotesi di cambiare aria dopo appena un anno pur di rilanciare la propria carriera ma, secondo quanto risulta a calciomercato.com, la sua preferenza andrebbe attualmente verso un trasferimento in Germania. Già nella precedente finestra di mercato il Bayer Lerverkusen aveva concretamente bussato alla porta dell'Inter, ma la formula del trasferimento proposta - prestito con diritto di riscatto - era stata rispedita al mittente in quanto non offriva la possibilità di acquistare un sostituto all'altezza a certe condizioni economiche. Le porte del mercato restano assolutamente aperte per Gosens e l'inserimento dell'ultim'ora del Nizza alimenta per il club nerazzurro la speranza che si inneschi un effetto asta.