Commenta per primo

Andrea Stramaccioni sembra aver trovato la quadratura del cerchio: la sua Inter è reduce da otto vittorie consecutive fra campionato e coppa e in più il tecnico romano possiede numerose risorse soprattutto nel reparto offensivo.

Rodrigo Palacio è tornato a disposizione e il suo apporto si è fatto sentire fin da subito: con quello di ieri l'attaccante, ex Genoa, ha siglato il suo quinto gol stagionale, (due in campionato e tre in Europa League), in nove partite giocate. In più l'argentino si sta dimostrando molto intelligente a livello tattico e capace, all'occorrenza, di sfornare assist per i compagni come i due di Bologna per Milito e Cambiasso.
 
Antonio Cassano, oltre a segnare, si sta confermando assistman eccezionale riuscendo a mandare i compagni al tiro con una facilità impressionante e per finire con gli uomini del tridente c'è quel Diego Alberto Milito che, per parola dello stesso Stramaccioni, è un giocatore unico e imprescindibile nel gioco delle Beneamata.
 
Fino a qui tutto perfetto ma si sa i problemi sono sempre dietro l'angolo. In questo caso il potenziale "problema" ha un nome e un cognome: Wesley Sneijder. Il calciatore si sta riprendendo dall'infortunio patito a Verona contro il Chievo e a breve tornerà a disposizione, ma la domanda in questo momento è la seguente: chi sacrificare per far spazio all'olandese?
 
Sneijder possiede tutte le qualità per ritagliarsi un posto importante in questa Inter ma al momento metterlo in campo, togliendo uno fra Cassano e Palacio, sarebbe un delitto che potrebbe destabilizzare l'equilibrio trovato dalla squadra nerazzurra.