Commenta per primo

L'olandese nicchia davanti a un rinnovo con stipendio ridotto. Per il club, 6 milioni annui sono fuori budget. E pensa al danese.
Inter, intrigo Sneijder: Eriksen nel mirino.
L'Inter monitora Christian Eriksen da almeno due anni. Recentemente è successo in Manchester City-Ajax di Champions League e (in precedenza) l'estate scorsa durante Euro 2012: il tutto fatto di persona dal diesse nerazzurro Piero Ausilio. Ma chi è Christian Eriksen? E' un danese classe '92 dell'Ajax, nazionale, prevalentemente mancino, un trequartista duttilissimo e talentuoso. Ecco: ma tutto questo cosa c'entra con Sneijder? C'entra perché sono tornate le voci di mercato su Wes. E perché l'alternativa (per giugno) sarebbe proprio il danese.

Domani si sa E allora partiamo proprio da Sneijder: il partito che lo vede come «uomo in più» per riprendere la Juve non è folto ma andrebbe considerato maggiormente. Lo Sneijder che è in forma può far sempre fare il salto di qualità. Ieri (dopo l'infortunio patito il 26 settembre) è rientrato in gruppo per metà allenamento e solo domani si saprà se sarà convocato per il Cagliari. Percentuali? Bisognerà vedere se all'antivigilia svolgerà la seduta al completo oppure no.

Sei netti più bonus: troppo Ma il nodo sta altrove: dopo la multa per aver twittato senza permesso, sono riapparse voci di interessamenti da parte dell'Anzhi del suo guru Hiddink (voci smentite dal manager Lerby) e da parte del Man United (non confermate). Resta il fatto che l'Inter ha proposto a Sneijder l'allungamento del contratto (ora fino al 2015) per un altro anno con sensibile riduzione dell'ingaggio: da 6 (netti, più bonus) a 4 milioni. La New Age del club non prevede più stipendi stellari, ma Wes non ha intenzione di ridursi (spalmandoli) gli emolumenti: proprio per questo potrebbe voler salutare. Già a gennaio? Per ora all'Inter non è pervenuta alcuna richiesta. L'ipotesi-Anzhi? Tutto lascia pensare che nel mirino di Wes ci sia un campionato più competitivo. Di sicuro l'intrigo c'è, perché il binomio Wes-Inter potrebbe anche scindersi.

Voglio un'esperienza altrove E allora, ecco il perché di un'Inter attentissima al mercato dei numeri 10: non a caso piace Quintero (Pescara) ma soprattutto garba Christian Eriksen, che a sportne.dk ha dichiarato: «Non ho detto che non rimarrò all'Ajax, ma che voglio mantenere tutte le opzioni aperte sì. Capisco che cercheranno di allungarmi il contratto che scade nel 2014, ma voglio considerare anche l'idea di andare a fare esperienza altrove». Eriksen costa fra i 10 e i 15 milioni, piaceva alla Roma e ora a City, Milan e pure Barcellona. E tanto, tantissimo all'Inter, che in caso di addio di Sneijder lo vedrebbe come numero 10 del futuro.