Commenta per primo

Non solo Rodriguez e Stevanovic (e Vesovic, per quanto defilato): anche Abou Diop è sulla lista dei cedibili, in casa Toro. Incredibile, se si pensa a quanto il club granata aspettò con pazienza prima di poter superare i problemi burocratici e tesserare l'attaccante senegalese, ai tempi della Primavera. Ora, dopo un grigio prestito al Crotone seguito a un semestre ancor più deludente a Castellammare di Stabia, il destino del 21enne centravanti è a un bivio.

In casa Toro credono ancora alle sue qualità, ma lo status di extracomunitario non aiuta. Così come non lo fa il fatto che gli antichi ostacoli burocratici di cui sopra fanno sì che la sua esperienza nel settore giovanile sia inferiore ai 24 mesi richiesti dall'Uefa per non "pesare" sulle liste dell'Europa League. Inoltre, è arrivato negli scorsi giorni un sondaggio dalla Francia: si è fatto avanti il Sochaux, neo-retrocesso in Ligue 2, che conta già su una discreta pattuglia di senegalesi e vuole una giovane punta per tentare la risalita. Risposte per ora non ce ne sono state, da parte del Torino, ma non tarderanno ad arrivare.