134

Unai Simón 5: incostante. E se sei un portiere non è un bene. Uscita sbagliata nel passaggio di Insigne per Emerson Palmieri, con Immobile che non ne approfitta. Anche in precedenza poco sicuro su inserimento di Barella. Richiamato da Luis Enrique, da lì è più attento a leggere le situazioni. In qualche modo scaraventa sulla traversa il mancino di Emerson Palmieri. Non dà mai sicurezza. 

Azpilicueta 5,5: spinge con regolarità, ma quando Insigne riesce a giocare in coppia con Emerson Palmieri non legge mai bene la situazione. 
(dall'85' Marcos Llorente 6: entra e, da fresco, è subito utile con un recupero su Chiesa).

Eric García 6,5 : non soffre Immobile, sul lungo difficilmente saltabile, controlla bene la situazione.
(dal 109' Torres sv) 

Laporte 6,5: uguale al suo collega, aveva fermato Immobile nell'occasione del gol di Chiesa.

Jordi Alba 6: spinge poco, ma non soffre minimamente Chiesa sulla sua fascia, tanto che il gol arriva dall'altra parte. Meno intraprendente del solito. 

Busquets 6,5: equilibratore, la Spagna è tale grazie al suo contributo. 
(106' Thiago Alcantara 5: malissimo, senza Busquets la Spagna cambia. In peggio)

Koke 6: palleggia ed è a supporto, palleggia ed è a supporto, palleggia ed è a supporto. Tutto il tempo così, tutto il tempo bene. Verratti fatica e non lo legge mai, va in difficoltà solo quando si abbassa Insigne dalle sue parti.  
(dal 70' Rodri 6: ctrl c+ctrl v, copia e incolla e la Spagna continua a macinare) 

Pedri 7: illumina lui per primo, mandando in porta Oyarzabal. E' l'uomo degli ultimi 30 metri, sia in fase di possesso che in quella di non possesso, visto che segue a uomo Jorginho e non lo fa giocare, soprattutto nel primo tempo. Non perde mai il pallone. 

Dani Olmo 8: il migliore in campo di questa Spagna. Inizia falso nueve, finisce universale: prima ci prova ma Donnarumma è super, poi manda in porta Morata per l'1-1. Non viene mai preso dagli Azzurri. Poi, come il calcio insegna: il migliore sbaglia sempre il rigore.

Ferran Torres 5: parte largo a sinistra e si vede solo con un tiro da fuori. Il peggiore là davanti. ​
(dal 62' Morata 7: entra e alla seconda palla toccata fa gol. Uno dei suoi, uno per i quali piace ad Allegri. Giocatore da classiche)

Oyarzabal 5: la scelta a sorpresa. Parte largo a destra, si addormenta su un pallone regale di Pedri, graziando l'Italia. Poi ha una buona chance, ma la spara alto col mancino. Costantemente nel vivo del gioco, al servizio dei compagni, si divora un gol di testa.
(dal 70' Gerard Moreno 5,5: meglio del suo compagno, si piazza a destra e fa partire un paio di cross interessanti) 

All. Luis Enrique 7,5: gliel'ha incartata a Roberto Mancini. Falso nueve, Morata a partita in corso: non sbaglia niente all'inizio e la legge bene durante. Super.