Commenta per primo
Genoa-Spal 1-1

Gomis 8:
un’uscita non bellissima ma provvidenziale su Kouamè nel recupero del primo tempo, un'altra su Piatek a metà ripresa. Infine il riflesso felino sulla frustata ancora di Kouame. Se la Spal non perde a Genova è soprattutto merito suo. 

Bonifazi 5: Kouamè lo punta spesso, cercando di superarlo in velocità. Lui si arrangia come può, non lesinando le maniere forti. E non sempre gli va bene. Pasqua gli risparmia un rosso meritato.

Vicari 6: Piatek, isolatissimo là davanti, gli scappa solo una volta presentandosi a tu per tu con Gomis. Per sua fortuna il polacco perde il tempo per concludere facendogli tirare un sospiro di sollievo. Nel complesso comunque si destreggia bene sul capocannoniere del campionato.  

Felipe 6,5: prezioso in difesa ma anche in attacco, come dimostra la torre con cui favorisce il gol di Petagna. Sempre puntale e pulito nelle chiusure.

Lazzari 6: perde qualche pallone di troppo, come quello dal quale scaturisce l’azione del rigore per il Genoa. Però partecipa anche in modo costruttiva alla manovra della squadra. 

Missiroli 6: dinamico e propositivo, parte spesso palla al piede cercando di spaccare la difesa rossoblù. Cala alla distanza, meritandosi la prima sostituzione tra le fila degli ospiti.
(dal 24’ st Valoti 5,5: porta forze fresche alla mediana della Spal senza però la necessaria lucidità che Semplici gli chiede).

Schiattarella 6,5: protagonista nei due episodi che cambiano la gara. Sull’espulsione di Criscito subisce il fallo, sul vantaggio di Petagna batte la punizione-cross che l’attaccante spinge in rete. Doppiamente decisivo.
(dal 31’ st Valdifiori 6:  un po' di fosforo nell'ultimo quarto d'ora che i compagni non sanno capitalizzare).

Kurtic 5: alcuni palle pennellate alla perfezione per i compagni ma anche tanta, troppa, discontinuità per un giocatore che con più convinzione potrebbe decidere le gare quasi da solo.

Fares 5,5: impensierisce un paio di volte Radu con velenose conclusioni dalla distanza. Posizionato sull’esterno sinistro ha il demerito di accentrarsi troppo spesso invece di provare a guadagnarsi il fondo lateralmente. Provoca il rigore, affossando Romero in area piccola.

Petagna 6,5: lesto a farsi trovare pronto sulla torre di Felipe, ingenuo nel farsi ammonire poco dopo per un inutile fallo a centrocampo che, visto il metro di giudizio adottato da Pasqua, poteva anche costargli il rosso. Infine sfortunato quando coglie la traversa a pochi metri dalla linea bianca.
(dal 37’ st Floccari 5: dentro nel finale, lo si vede quando si fa ammonire per frenare la falcata dell’incontenibile Kouamè e nel recupero quando grazia il suo ex Grifone sprecando da ottima posizione).

Antenucci 6: svaria sul fronte offensivo cercando di aprire spiragli per i colleghi di reparto. Telecomanda sulla testa di Petagna e Floccari le palle che i due sprecano mandandole rispettivamente sulla traversa e a lato di poco.

All. L. Semplici 5: non riesce a vincere una gara che dopo un quarto d’ora sembrava essersi messa in discesa, con i suoi avanti di un gol e di un uomo. Invece il cuore del Genoa lo costringe ad un pari che sa di rimpianto. Occasione sprecata anche per colpa di due legni. Ma deve pure ringraziare Gomis se non torna a casa a mani vuote.