232
Spal-Milan 2-2

SPAL

Letica 7,5:
para tutto il parabile e forse qualcosa in più. Considerando che il Milan ha tirato 39 volte, 9 nello specchio della porta. Una notte che ricorderà a lungo.

Tomovic 6,5: dalle sue parti il Milan non riesce a passare ed è costretto a cercare la via centrale. 

Vicari 6,5: prima indossa il mantello di Batman salvando sulla linea, poi è sfortunato quando devia in porta un cross di Saelemaekers che vale il pareggio del Diavolo. 

Bonifazi 6,5:
dominante sul gioco aereo. (dal 24' st Salamon 6: entra in campo e si mette a uomo su Ibrahimovic: esame passato senza soffrire)

Sala 6: prova ordinata, senza infamia e senza lode

D'Alessandro 4,5:
la sua partita dura solo 40 minuti per un'entrata folle su Theo Hernandez che è costata molto alla sua squadra

Dabo 7,5:
abbassa la saracinesca in faccia a tutti i centrocampisti del Milan. Un muro invalicabile che trova anche la forza di un paio di accelerazioni da mediano di livello. Si guadagna la palma del migliore in campo.  (dal 35' st Cionek s.v)

Valdifiori 6: si è rivisto il centrocampista ammirato a Empoli, molto intelligente dal punto di vista tattico. Gestisce bene le fasi più delicate della gara facendo girare il pallone con i tempi giusti.

Valoti 6,5: lesto ad approfittare di una dormita generale della difesa del Milan per il primo vantaggio dei suoi. Gioca una gara molto generosa nonostante avverta subito un fastidio muscolare.(dal 1' st Missirol 6: interpreta il ruolo di esterno in maniera diametralmente opposta rispetto a Valotti: più sciabola che fioretto)

Petagna 6: svaria su tutto il fronte d'attacco, fa salire la squadra e mette sempre in difficoltà Gabbia. Centravanti più di lotta che di governo, almeno stasera. 

Floccari 7,5: un voto alla straordinaria bellezza del gol, probabilmente il più bello della carriera a 38 anni suonati. Aspetta il rimbalzo giusto per esplodere dai 30 metri un destro terrificante che si spegne all'incrocio dei pali. (dal 1' Fares 6: fa su e giù lungo la sua corsia con qualità e quantità). 

All. Di Biagio 7: azzecca la scelta Floccari che trova una prova superlativa. La sua squadra è ben messa in campo e merita il punto portato a casa. 
MILAN

Donnarumma G 6:
incolpevole sul fantastico arcobaleno di Floccari, anche sul gol di Valoti non ha particolari responsabilità. 

Calabria 5,5: dalla sua parte Valoti fa il bello e il cattivo tempo, non oppone resistenza. Sfiora il gol alla fine del primo tempo con un destro al volo che sfila di poco a lato. (dal 1' st Leao 6: ha il merito di riaprire la gara con il suo quarto centro in campionato. Più volitivo rispetto al solito)

Gabbia 4,5: disastroso per tutto l'arco della partita. Commette un errore madornale in occasione del primo vantaggio della Spal girandosi di spalle su un pallone vagante. Palesa insicurezza in tutti gli uno contro uno con Petagna. 

Romagnoli 5,5: partecipa attivamente alla sciagura difensiva che porta al gol di Valoti e che ha cambiato l'inerzia della gara. Meglio quando prova a farsi sentire sui calci da fermo in attacco che quando è chiamato a contenere i contropiedi della formazione di casa. 

Theo Hernandez 5,5: prova poco convincente per il terzino francese, forse frenato anche da qualche fastidio muscolare.    (dal 15' st Laxalt 6: ci mette 'garra' e cuore nel finale, andando a chiudere bene le diagonali difensive. Dal suo cross nasce il gol di Leao)

Kessie 5,5: scarsa lucidità in mezzo al campo, gestisce male alcuni palloni. Sovrastato dall'impeto di Dabo, mezzo passo indietro rispetto alle ultime gare disputate in maniera molto positiva.

Bennacer 5: gioca tanti palloni ma non riesce mai a trovare le verticali. Difetta ancora una volta dal punto di vista tattico, la Spal attacca spesso e bene centralmente. (dal 69' Bonaventura 5,5: Pioli gli chiede di provare a fare male sulla trequarti ma Jack non si vede mai)

Castillejo s.v: non era al meglio, prova a stringere i denti ma si fs male subito. Un infortunio muscolare che preoccupa molto il Milan (dal 15' pt Saelemaekers 7: entra in campo e cambia la partita, così come era già successo contro la Roma. Mette dentro una quantità pazzesca di cross, alcuni anche molto belli. Non molla fino alla fine e propizia l'autogol di Vicari. Una buona scoperta)

Paquetà 6: galvanizzato dalla chance concessa da Pioli, nella prima frazione si esibisce nel futbol bailado. Alcuni spunti sono davvero interessati ma gli manca ancora quella cattiveria nelle conclusioni in porta. 

Calhanoglu 6,5: uomo ovunque del Milan: il primo a recuperare il pallone, dai suoi piedi nascono tutte le azioni offensive migliori della squadra. Sfortunato quando coglie la base del palo dopo un assolo importante. 

Rebic 5: sulla generosità nulla da eccepire, ma sbaglia tanto dal punto di vista tecnico.  (dal 20' st Ibrahimovic 5,5 calibra male un colpo di testa da posizione favorevole su ottimo cross di Saelemakers. Fa quel che può ma non graffia)

Pioli 5: prepara non al meglio la gara, il suo Milan regala una mezzora abbondante all'avversario e manca il salto di qualità nella fase più importante della stagione.