1018
Nella quinta giornata di Serie A, al Picco, la Juventus si impone sullo Spezia per 3-2 in rimonta. In vantaggio con Kean, la Juve si fa rimontare dalle reti di Gyasi e Antiste, per poi ribaltare nuovamente il risultato con Chiesa e De Ligt. Primo successo in questo campionato per la squadra di Allegri, che sale a 5 punti, scavalcando lo Spezia di Motta, che resta a 4.  

PRIMO TEMPO - Nel primo tempo, dopo una buona partenza dei padroni di casa, il primo tiro in porta è della Juve: un sinistro debole di Rabiot parato facilmente da Zoet. Poi per la Juve, oggi in maglia gialla, ci provano Kean e Chiesa, con azioni solitarie. Dal corner nato dal tentativo di Chiesa, occasione per De Ligt, che di sinistro spara di poco alto sopra la traversa, al 15', mentre al 24' è McKennie a mancare la conclusione di sinistro in area. Al 28', la squadra di Allegri passa in vantaggio: lancio di Bonucci, appoggio di testa di Rabiot per Kean, che controlla bene e segna con un preciso destro sul palo più lontano. Al minuto 33' Spezia protagonista: prima Verde impegna Szczesny alla parata e subito dopo Gyasi pareggia, con un destro deviato da Bentancur che scavalca il portiere polacco. Al 40' primo squillo di Dybala, che si procura e batte una punizione dal limite, ben parata dall'estremo difensore dello Spezia. Il numero 10 replica poco dopo, con un potente sinistro alzato in corner da Zoet. L'argentino infine ritenta con un'altra punizione, questa volta dalla distanza, ancora parata dal portiere dei padroni di casa. 

SECONDO TEMPO - Nella ripresa Allegri propone Alex Sandro e Locatelli al posto di De Sciglio e Bentancur, ma alla prima azione lo Spezia raddoppia: Antiste parte dalla distanza, malamente marcato da Bonucci, e batte Szczesny con un bel destro sul primo palo, leggermente deviato dallo stesso Bonucci. La Juve reagisce con una conclusione di Kean parata da Zoet, e con un tiro di McKennie che finisce alto. Intanto, Allegri sostituisce Kean con Morata, e poco dopo Zoet dice no a un bel sinistro di Dybala. Un attimo dopo è Bonucci a mettere alto in mischia. Al 65' la Juve rischia il tracollo, con lo Spezia vicino al terzo gol (tiro di Maggiore a botta sicura respinto da Locatelli), ma un minuto dopo gli ospiti pervengono al pareggio, grazie a una bella azione personale di Chiesa. Al 72', Juve in vantaggio con De Ligt, su sponda di Bonucci, dopo l'ennesimo corner battuto. In seguito la Juve si mette in ettasa, con Kulusevski che subentra a Chiesa. Poco dopo, parata salva-risultato di Szczesny su gran botta diagonale ravvicinata dalla sinistra di Maggiore.   ​

DOPO LA PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ALBERTO CERRUTI