175
Il Tribunale commerciale di Madrid assesta un altro colpo alla Uefa e al suo presidente Aleksander Ceferin, impegnato in una lotta senza esclusione di colpi con Juventus, Barcellona e Real Madrid, gli unici "superstiti" del progetto Superlega. La corte della capitale spagnola ha infatti presentato una nuova ingiunzione nei confronti della massima organizzazione calcistica europea, rammentando di "astenersi dall'escludere i club fondatori della Superlega dalle competizioni europee, in quanto andrebbe incontro a multe e alla possibilità di incorrere nel reato di disobbedienza ad un'autorità giudiziaria".

Il giudice Manuel Ruiz de Lara, che si è occupato della vicenda, ha inoltre sottolineato che "le sanzioni riguardanti la riduzione del 5% degli introiti e la contribuzione al Fondo di Solidarietà con 15 milioni di euro, oltre all'obbligo di sciogliere la Superlega" comminate contro i 9 club che hanno deciso di rinunciare al progetto vadano annullate. Il Tribunale di Madrid si era già rivolta nelle scorse settimane alla Corte di Giustizia Europea sollevando il dubbio di una posizione dominante assunta da Uefa e Fifa, fieri oppositori della nascita di competizioni differenti da quelle da loro organizzate. Un pronunciamento è atteso tra ottobre e dicembre 2021.