47
Con un grande secondo tempo di uno straripante Isak, la Svezia batte 1-0 la Slovaccha di Skriniar e si porta a 4 punti in classifica, ad un passo dagli ottavi di finale. Il primo tempo è noiosissimo, ma nel secondo tempo sale in cattedra il talentino svedese.

PRIMO TEMPO - Il primo tempo è, come prevedibile, molto noioso. Nessuna delle due squadre ha la necessità assoluta di vincere, ma soprattutto entrambe non vogliono perdere per nessuna ragione. Parte molto forte la Slovacchia, pur senza creare niente di che: l’unica occasione arriva al 5’: colpo di testa di Kucka che finisce lontano dalla porta difesa da Olsen. Poi la Svezia, sempre molto ben messa in campo, prende le misure e inizia a gestire il pallone nella metà campo avversaria, ma anche per i ragazzi di Andersson le occasioni scarseggiano. L’ultimo sussulto è ancora della Slovacchia, al 43’ con un tiro dalla distanza di Hamsik, alto sopra la traversa. Al 45’ arriva il duplice fischio, senza recupero.

SECONDO TEMPO - Nonostante la scarsa intraprendenza mostrata dalle due squadre, non viene effettuato nessun cambio. Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, ma, dopo una decina di minuti interlocutori, la Svezia (che delle due ha più bisogno di punti) esce allo scoperto e trova due grandi occasioni attorno al 60’, entrambe di testa, prima con Augustinsson (Dubravka miracoloso para in controtempo) e poi con Danielsson.

L’UOMO PARTITA - Alla metà della ripresa sale finalmente in cattedra Alexander Isak, talento purissimo classe ’99 della Real Sociedad. Al 67’ sfiora il gol di testa, al 70’ dopo una grande azione personale calcia sul palo di Dubravka che non si fa sorprendere. Cinque minuti dopo decide la partita con una gran palla in verticale per l’inserimento di Quaison (entrato al posto di Berg), che anticipa il portiere avversario e si fa travolgere. È calcio di rigore per la Svezia e Forsberg non lo sbaglia. All’82’ semina il panico nei pressi dell’area avversaria, ma perde l’attimo per calciare. La Slovacchia reagisce ma non crea nulla. Dopo 5 minuti di recupero finisce 1-0 per la Svezia che ora è a un passo dalla qualificazione. Si complica invece terribilmente per la Slovacchia, che nell’ultima partita dovrà affrontare la Spagna.