51
Uno dei protagonisti nella vittoria della Polonia contro l'Arabia Saudita, Wojciech Szczesny, ha rilasciato un'intervista a Repubblica. Il portiere della Juventus ha parlato dei Mondiali e di come si prepara per i rigori: "Passare il girone è l’obiettivo con cui siamo venuti qui, ma già essere in Qatar è un onore: voi italiani per esempio non vi siete qualificati per due volte di seguito, no?".

SUI RIGORI - "Non vorrete dare tutti i meriti a Filippi (il preparatore della Juve, ndr) adesso? Scherzo, abbiamo trovato un metodo di fare l’analisi dei rigoristi alla Juve e ogni tanto si para. Negli ultimi due anni la statistica è molto positiva, i rigori parati sono più di quelli subiti: direi che il metodo funziona".

AFFRONTARE MESSI -  "Si viene al Mondiale per giocare contro i giocatori più forti al mondo. Con tutto il rispetto per i giocatori dell’Arabia Saudita, io voglio confrontarmi con i migliori e Messi è sicuramente uno di questi. È un bello stimolo, sì".

SU LAUTARO - "Non riduciamo tutto a Juve-Inter, non c’entra nulla, siamo qui con le nostre nazionali e pensiamo solo a quelle".